Giornata mondiale degli insegnanti: perché si celebra il 5 ottobre e l’omaggio di Google

Giornata mondiale degli insegnanti: il 5 ottobre viene ricordata ed omaggiata questo mondo della scuola. Anche Google l'ha fatto a modo suo.

Giornata mondiale degli insegnanti: il 5 ottobre, ogni anno, si celebra il mondo dell’insegnamento a livello mondiale. In questa giornata speciale anche Google ha voluto omaggiare questo mondo con un doodle particolare.

Giornata mondiale degli insegnanti: perché si celebra il 5 ottobre

Il 5 ottobre si celebra la Giornata mondiale degli insegnanti e il tema del 2022  è la leadership degli insegnanti nella trasformazione dell’istruzione: la trasformazione dell’istruzione inizia infatti con i docenti.

Viene scelto ogni anno questa giornata perché si ricorda la sottoscrizione delle raccomandazioni Unesco sullo status di insegnante. Una ricorrenza che si tiene dal 1994 con l’obiettivo di mobilitare il sostegno agli insegnanti e garantire che i bisogni delle future generazioni continuino ad essere soddisfatte dai docenti. La giornata fu creata per commemorare la sottoscrizione delle Raccomandazioni dell’UNESCO sullo status di insegnante, avvenuta nel 1966, definita dall’agenzia la principale base di riferimento per i diritti e le responsabilità dei docenti su scala mondiale.

Di seguito, ecco una parte del discorso del Direttore Generale dell’Unesco Irina Bokova: “Gli insegnanti costituiscono un fondamento essenziale della forza a lungo termine di ogni società – essi forniscono ai bambini, ai giovani e agli adulti le conoscenze e le competenze necessarie per soddisfare le proprie potenzialità.

Tuttavia, in tutto il mondo, troppi insegnanti non hanno la libertà e il sostegno di cui hanno bisogno per svolgere il proprio lavoro, che è di vitale importanza.

È per questo che il tema della Giornata Mondiale degli Insegnanti di quest’anno – “Teaching in Freedom, Empowering Teachers” – ribadisce il valore degli insegnanti e riconosce le sfide che molti incontrano nel corso della loro vita professionale in tutto il mondo.

Essere un insegnante accreditato significa avere accesso a una formazione di alta qualità, salari equi e opportunità continue per lo sviluppo professionale. Significa anche avere la libertà di sostenere lo sviluppo di curricula nazionali e l’autonomia professionale per scegliere i metodi e gli approcci più adeguati che permettano un’educazione più efficace, inclusiva ed equa.

Inoltre, significa essere in grado di insegnare in totale sicurezza durante i momenti di cambiamento politico, instabilità e conflitti. In molti paesi, tuttavia, la libertà accademica e l’autonomia degli insegnanti sono sotto pressione. Ad esempio, nelle scuole primarie e secondarie in alcuni paesi i rigidi schemi di responsabilità hanno esercitato un’enorme pressione sulle scuole affinché fornissero risultati su test standardizzati, ignorando la necessità di assicurare un curriculum di ampio respiro che soddisfi le diverse esigenze degli studenti”.

L’omaggio di Google

Anche Google ha scelto di rendere omaggio al mondo degli inseganti con un doodle colorato e divertente. Nell’immagine scelta da Google ci sono il mappamondo, squadretta, lavagna, matita e microscopio come altrettante lettere dell”alfabeto su un quaderno aperto tra coriandoli, palloncini e fiori.

 

LEGGI ANCHE: Genova, terremoto avvertito con epicentro a Davagna: scossa di magnitudo 3.5