Giorgia Meloni cita San Francesco ma la frase non è sua: “Non l’ha mai detta”

Giorgia Meloni e quella citazione (sbagliata) a San Francesco. Cita il religioso di Assisi nel suo discorso della vittoria, ma la frase non è sua.

Giorgia Meloni cita San Francesco nel discorso della vittoria, gli storici: “Non l’ha mai pronunciata”. Dopo la vittoria alle elezioni politiche 2022, la leader di FdI ha chiuso i suoi ringraziamenti con una citazione attribuita al santo di Assisi, poi rivelatasi errata.

Giorgia Meloni e la citazione (sbagliata) di San Francesco: “Frase mai detta dal santo”

Il discorso della vittoria di Giorgia Meloni si chiude con una frase ad effetto, che la leader di Fratelli d’Italia attribuisce a San Francesco d’Assisi“Tu comincia a fare quello che è necessario, poi quello che è possibile.” –cita la futura premier- “Alla fine, ti scoprirai a fare l’impossibile”. Senz’altro una citazione d’impatto che però, a quanto pare, non c’entra nulla con il noto santo.

Ad affermarlo sono molti storici francescani, secondo i quali il religioso del dodicesimo secolo non ha mai pronunciato quella frase.

Lo fa notare su Twitter il giornalista e storico vaticanista Lucio Brunelli“Bella la frase citata dalla Meloni nel discorso della vittoria. Ma san Francesco non l’ha mai detta. Parola degli storici francescani”. Il direttore di TV2000 RadioInBlu ha rilanciato un articolo del blog di padre Andrea Vanona, francescano minore conventuale e professore di storia ecclesiastica, che smentisce ogni collegamento tra la frase della Meloni e San Francesco.

La correzione di Vanona: “Non risulta né nei suoi scritti né nelle sue biografie”

Padre Vanona presenta un lungo elenco di frasi erroneamente attribuite a San Francesco, molto diffuse sul web, inclusa quella usata dalla leader di FdI“Su internet e sui social troviamo spessissimo aforismi e citazioni errate o aneddoti fantasiosi riferiti a varie personalità e personaggi del passato o del presente.” –spiega il docente- ” Il problema è molto serio, nonostante c’è chi si sforzi di segnalare gli errori.

Nei siti o nei social si propagano “viralmente” anche frasi attribuite a san Francesco d’Assisi, ma che non risultano assolutamente né tra i suoi scritti né tra i detti che troviamo nelle sue biografie“. 

Vanona commenta seccato le reazioni spesso sprezzanti alle correzioni degli accademici: “Ci sono volute decine e decine di anni di studio di molti studiosi, religiosi e laici, per studiare il vastissimo materiale della tradizione francescana. Ignorare il loro lavoro è semplicemente ignoranza.

Ciò che duole è la difficoltà nel correggere gli errori pubblicati: quando segnalati, spesso la risposta è seccata, perché “la frase è bella!…”. Oppure c’è chi evoca i “complotti” della Chiesa che fa sparire i documenti. Un confratello, saggiamente, per sdrammatizzare dice: spiritualità francescana da Baci Perugina”.