Gallipoli, rissa tra foggiani e napoletani in discoteca e sotto le case: sono volati oggetti e coltelli da cucina

Gallipoli, rissa scoppiata tra giovani foggiani e napoletani prima fuori una discoteca e poi per strada. Sembra tutto per futili motivi.

Gallipoli, rissa scoppiata tra giovani gruppi di foggiani e napoletani. Una violenza che si è consumata a più riprese tra i giovanissimi che non si sono risparmiati. Solo l’arrivo delle forze dell’ordine ha fermato la rissa tra le due fazioni.

Gallipoli, rissa tra foggiani e napoletani in discoteca e sotto le case

Emergono nuovi dettagli sulla rissa dello scorso weekend tra giovani foggiani e napoletani a Gallipoli, in Puglia.

La violenza è scoppiata tra un gruppo di 4 giovani foggiani, di cui tre minorenni, e un gruppo di 3 giovani napoletani, appena maggiorenni, in vacanza nella località pugliese.

Si è consumato un primo scontro tra le giovani fazioni fuori la discoteca in località Bai Verde e sembra dalle prime testimonianze per futili motivi. Tuttavia, la violenza è proseguita tra le strade fino alle case dove alloggiavano i due gruppi.

Sono volati oggetti e coltelli da cucina

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, dopo i primi scontri, i giovani foggiani sono tornati dove alloggiavano ma sono stati seguiti e raggiunti dai giovani napoletani che, peraltro, conoscevano bene la zona visto che  avevano preso in affitto un appartamento nelle vicinanze. È allora che hanno lanciato in strada, dal balcone suppellettili varie, tra cui coltelli da cucina, mestoli in acciaio, tavoli e sedie di plastica, una panchina in legno, bidoncini della raccolta differenziata e tutto ciò che hanno trovato a portata di mano, all’indirizzo dei rivali napoletani che, nel frattempo, si erano radunati per strada sotto l’appartamento preso in affitto dai foggiani.

Sul posto poi sono arrivate le forze dell’ordine per ripristinare la quiete in strada. Tutti, feriti inclusi, dovranno rispondere di rissa aggravata e di reato di danneggiamento, dopo le querele sporte dai legittimi proprietari di un’autovettura parcheggiata sulla scena e del proprietario dell’appartamento dov’è avvenuto lo scontro.

Sono stati effettuati, a carico dei due proprietari delle case affittate ai turisti, anche controlli amministrativi sul sistema della registrazione di alloggiati web.

E l’esito è stato regolare. Mentre il titolare del locale da ballo nel quale il gruppo aveva trascorso la notte, è stato sanzionato per somministrazione di alcol a minori.

 

LEGGI ANCHE: Strage di Bologna, cos’è successo il 2 agosto 1980? Cosa dice l’ultima sentenza sull’attentato?