Fedez e J-Ax, pace fatta: qual era il motivo del litigio?

Tra i vecchi amici Fedez e J-Ax è arrivata la pace dopo quattro anni di gelo. Ma perchè i due avevano litigato?

Tra i vecchi amici Fedez e J-Ax è arrivata la pace dopo quattro anni di gelo. L’abbraccio dei due pubblicato sui social, dopo voci di riavvicinamento che si rincorrevano, hanno fugato ogni dubbio sulla pace ritrovata. Ma cosa era successo tra i due e quale è stato il motivo che ha portato i due al litigio?

Fedez e J-Ax, pace fatta: qual era il motivo del litigio?

In merito al litigio che quattro anni fa aveva rotto la sintesi artistica tra i due, il primo a parlarne in una intervista rilasciata a Peter Gomez era stato Fedez.

Non ho perso un socio, con J-Ax e con Fabio Rovazzi ho perso un pezzo della mia famiglia acquisita. Io e J-Ax ci eravamo separati dal nostro manager e abbiamo aperto un’agenzia, un clima fantastico. Quando è entrato Fabio Rovazzi, è diventato il mio migliore amico. La canzone “Andiamo a comandare” ci esplose in mano, tutto avvenne in un clima di vera amicizia”. L’episodio che avrebbe fatto scattare la lite, ad ogni modo, sarebbe avvenuto dopo il ritorno da un viaggio con Chiara Ferragni, quando ha appreso che un suo collaboratore stava aprendo una società speculare a quella aperta da lui con J-Ax.

Il litigio tra Fedez e J-Ax

Su questa vicenda scoperta al suo ritorno dal viaggio con Chiara Ferragni, all’inizio Fedez non pensava che J-Ax fosse coinvolto e fosse a conoscenza di qualcosa, poi però avrebbe scoperto il contrario.Sono partito per quattro, cinque mesi, con mia moglie incinta, il periodo più difficile della mia vita. Ero fragile e poco lucido. In quella fase ho scoperto che un nostro collaboratore aveva aperto una società speculare alla nostra.

Mentre io ero a Los Angeles, sono iniziati a venire fuori problemi economici, legati alle retribuzione di questo collaboratore. Per questa persona ero arrivato a mettere in discussione mia madre.Prima del concerto a San Siro chiesi a J-Ax se lui sapesse qualcosa su quella storia di questa nuova società. Lui mi disse di non sapere niente. Il giorno dopo, siccome Alessandro non aveva ancora visto mio figlio, lo invitai.

Poi mi arrivò una chiamata di J-Ax in cui mi disse: “Di quella storia so tutto. Ti avevo detto di non sapere niente perché ero consapevole che altrimenti non saresti mai salito sul palco con me“. Non mi ha dato la possibilità di scegliere se fare quel concerto con lui, il concerto più importante della mia vita. Se avessi immaginato, non sarei salito sul palco».

Le dichiarazioni di J-Ax

Una visione di quanto accaduto quattro anni fa, in un’intervista, la aveva rilasciata anche J-Ax.Pensavo di farcela, ma il pensiero di dovermi alzare e andare a fare la riunione per discutere un contratto che non è nemmeno mio, mi toglieva la serenità. Anche avere dipendenti. E se poi fallisco? Avevo paura per loro, non smetterò mai di vedere il mondo della musica e dello spettacolo, come un posto in cui da domani per qualsiasi stron*ata può finire tutto.

Io voglio serenità, sono un paranoico che soffre d’ansia, la sera pensavo: “Quanti dipendenti ho?”, invece Fedez diceva che a lui piaceva avere dei dipendenti. Ogni volta che assumevamo uno, mi dicevo: “Questo ha un’altra famiglia che si basa sul fatto che io e Fede andiamo bene o no”. Questo è un limite mio e mi sono tolto…anche per altre ragioni, ma una era questa”.