Febbre di Lassa: cos’è. in Inghilterra, morto un neonato e infettati i familiari

Febbre di Lassa, cos'è? In Inghilterra si sta diffondendo un nuovo virus e si registra un primo decesso con diversi infettati.

Febbre di Lassa, cos’è? In Inghilterra: un vecchio nuovo virus si fa largo e mette in apprensione tutto il paese già alle prese con il Covid-19. Si registra il primo decesso.

Febbre di Lassa: in Inghilterra è morto un neonato

Nelle scorse settimane, si iniziava a registrare il virus in Inghilterra ma tutto sembrava sotto controllo. In realtà, c’è stata la morte di un neonato a causa della febbre di Lassa.

Inoltre, risultano infettati dal virus anche altre due persone della famiglia del piccolo, e le autorità sanitarie temono per lo viluppo di un focolaio.

Come riporta l‘Express, gli esperti dell’Agenzia per la sicurezza sanitaria (UKHA) tengono sotto controllo centinaia di persone sulle possibilità di trasmissione del virus. Sotto osservazione anche il personale sanitario che è entrato in contatto con i pazienti a Luton e al Dunstable University Hospital, e anche all’ospedale di Addenbrooke a Cambridge.

Febbre di Lassa: cos’è

Dall’Inghilterra non arrivano buone notizie. Secondo il quotidiano britannico The Sun, si è diffusa in due persone una malattia molto simile al virus Ebola: si tratta della Febbre di Lassa, malattia emorragica virale acuta che può portare a emorragie interne e interessare più sistemi di organi.

Le persone che di solito contraggono il virus potrebbero essersi esposte a cibo o oggetti ricoperti da urina o feci di ratto ma può anche diffondersi attraverso fluidi corporei infetti.

Il virus, anche se fa parte della stessa famiglia dell’Ebola, non così mortale o contagioso ed è diventato endemico in numerosi paesi dell’Africa occidentale. La maggior parte delle persone con Febbre di Lassa guarisce completamente anche se alcune persone possono ammalarsi gravemente. L’origine è dall’omonima città della Nigeria da cui ha preso il nome.

Quali sono i sintomi

Non è un virus nuovo ma già è arrivato in passato in Europa.

Il Regno Unito ha contato otto casi dal 2009 prima di questi due nuovi già accertati. Mentre la maggior parte di chi viene colpito sviluppa la malattia in maniera asintomatica, nelle altre situazioni si manifestano febbre, affaticamento fisico, nausea, vomito, diarrea, mal di testa, dolori addominali o mal di gola. La febbre, prima di manifestarsi, ha un periodo di incubazione che può arrivare a 21 giorni.