Fabrizio Rondolino, chi è: libri, carriera, L’Unità, Massimo D’Alema

Fabrizio Rondolino è un giornalista torinese e volto televisivo. Ha lavorato nello staff di Massimo D’Alema

Fabrizio Rondolino è un giornalista che si è fatto conoscere anche per la sua collaborazione nello staff politico di Massimo D’Alema.

Chi è Fabrizio Rondolino

Fabrizio Rondolino, nato a Torino nel 1960, è un giornalista e volto televisivo. Ha lavorato alla direzione nazionale della Fgci, al servizio politico dell’«Unità» e nello staff di Massimo D’Alema. Figlio di Gianni Rondolino, si è laureato in filosofia teoretica, Per molti anni giornalista politico, oggi vive in campagna e scrive di cani e gatti per l’edizione online del «Corriere della Sera».

Per Rizzoli ha pubblicato Il nostro PCI. 1921-1991: un racconto per immagini. Oltre ad essere un giornalista, è anche un traduttore e scrittore. Attualmente vive a Roma.

Tv e carriera giornalistica

Fabrizio Rondolino è stato editorialista del quotidiano “La Stampa” dal 1999 al 2010 e ha collaborato all’edizione italiana di “Vanity Fair” e al settimanale “Donna Moderna”. Nel 2000 è stato Consulente speciale per la comunicazione del programma Grande Fratello e nell’anno 2009 ha aperto con Claudio Velardi il blog di analisi politica TheFrontPage.it.

nell’aprile aprile 2011 inizia la sua collaborazione con Il Giornale.

Libri

Fabrizio Rondolino ha scritto diversi libri tra i quali ricordiamo due romanzi  come “Un così bel posto” del 1997 e “Secondo avviso” con Einaudi 1999. Ha poi pubblicato due raccolte di racconti (“Niente da segnalare”, Einaudi 2001 e “Questi nostri amori”, Mondadori 2004) e una dei detti del maestro zen Lin-chi (“Non puoi piantare un chiodo nel cielo”, Mondadori 2010)