Elisabetta Canalis, spot sulla Liguria: polemica per il cachet da 100mila euro

Elisabetta Canalis, spot sulla Liguria contestato in particolare per l'alto compenso ricevuto per averlo girato tra l'altro a distanza.

Elisabetta Canalis, spot nell’occhio del ciclone e della polemica. Al centro dell’attenzione l’alto compenso percepito dalla showgirl per pubblicizzare la Liguria durante il Festival di Sanremo.

Elisabetta Canalis, spot: polemica

Tanta polemica per lo spot promozionale di Elisabetta Canalis «La mia Liguria», andato in onda durante il Festival di Sanremo 2022. Sono state rivelate le cifre del suo compenso molto elevato: la showgirl ha percepito 100mila euro.

I dettagli dell’accordo sono stati chiariti dal governatore Giovanni Toti durante un’interrogazione in Consiglio regionale.

Il presidente della Regione ha spiegato che lo spot fa parte di una campagna promozionale da 204 mila euro che andrà avanti tutto l’anno. “Questi costi parametrati al pubblico che ha visto il Festival valgono lo 0,01% per contatto, una delle migliori campagna mai viste”, ha aggiunto Toti.

Le reazioni allo spot

Ci sono state anche delle reazioni politiche sempre dalla Liguria: “Una situazione surreale, la soubrette promuoveva la Riviera dalla sua casa di L.A.

“, ha però contestato il consigliere d’opposizione Sansa che ha poi ha aggiunto: “L’aspetto logico lo colgo solo nella scelta della Canalis di prendersi 100 mila euro”.

La polemica poi si è spostata anche sulla scelta di girare lo spot a km di distanza, addirittura da Los Angeles. “L’idea di base è che non solo un ligure può apprezzare le bellezze della Liguria, altrimenti avremmo un turismo autarchico. – replica Toti – Siccome Canalis è stata protagonista di un Festival di Sanremo, si tendeva a proporre un’idea dei ricordi che restano parte del proprio bagaglio di esperienze personali in Liguria, anche vivendo ormai lontani dalla nostra Regione”.