Facts Elezioni Bologna 2021: data, candidati e sondaggi

Elezioni Bologna 2021: data, candidati e sondaggi

Le elezioni amministrative di Bologna sono state rimandate a causa del Covid-19, ma comunque fissate entro il 2021. Vediamo la possibile data, i candidati e i risultati dell’ultimo sondaggio. 

Elezioni Bologna 2021: gli schieramenti

Dopo il rinvio a causa della pandemia da Covid-19, le elezioni di Bologna 2021 si avvicinano: sono fissate entro la fine del 2021. Non c’è ancora una data precisa, ma sono in programma per il prossimo autunno.

Il Partito Democratico, dopo i due mandati di Virginio Merola, ha scelto il proprio candidato tramite le primarie di coalizione, che si sono tenute domenica 20 giugno. Ha vinto l’assessore Matteo Lepore, che ha sconfitto Isabella Conti, sindaca di San Lazzaro, fortemente sostenuta da Matteo Renzi.

Nel centrodestra, invece, non c’è ancora una scelta chiara, anche se il partito sembra proprendere per l’ex ministro Gian Luca Galletti

Il Movimento 5 Selle viaggerà in modo isolato, mentre il centrosinistra – stando ai primi sondaggi ufficiali – è vicino alla maggioranza assoluta. 

Elezioni Bologna 2021: data

Come già deciso dal Consiglio dei Ministri, le elezioni di Bologna 2021 non si terranno nella tarda primavera. Lo slittamento si è reso necessario a causa della terza ondata della pandemia da Covid-19. Il Cdm, quindi, ha stabilito che i cittadini potranno recarsi alle urne in una data compresa tra il 15 settembre e il 15 ottobre. La doppia data più probabile è quella del 10 e 11 ottobre, mentre gli eventuali ballottaggi si terranno dopo due settimane dalla data ufficiale.

È probabile, così come avvenuto lo scorso anno, che anche nel 2021 il primo turno delle amministrative sarà accorpato con le regionali in Calabria e le elezioni suppletive. Oltre a Bologna, infatti, si voterà anche in città come Rimini, Milano, Roma, Napoli e Torino

Elezioni Bologna 2021: legge elettorale

Ad esclusione delle regioni a statuto speciale dove possono esserci delle variazioni, la legge elettorale italiana è: di stampo maggioritario per l’elezione del sindaco e proporzionale per la ripartizione dei consiglieri. Bologna, essendo un Comune con più di 15.000 abitanti, prevede un primo turno dove, se nessun candidato ottiene la maggioranza assoluta, si procede con il ballottaggio tra i due più votati. Se anche il secondo turno porta ad un risultato paritario, sarà eletto sindaco il candidato più anziano. 

Affinché ci sia una maggioranza solida e una conseguente e sostanziale governabilità, alle liste collegate al candidato sindaco risultato vincitore verrà attribuito il 60% dei seggi. I restanti posti nel Consiglio di Amministrazione verranno poi assegnati alle altre liste in modo proporzionale. Pertanto, si andranno ad eleggere, in totale, 36 consiglieri escluso il sindaco.

Saranno ammesse tutte le liste e i gruppi di liste di candidati che avranno superato la soglia di sbarramento del 3% dei voti validi. Per quel che concerne le modalità di voto del singolo cittadino, invece, nei comuni con più di 15.000 abitanti è ammesso il voto disgiunto. L’elettore, quindi, potrà esprimere fino a due preferenze mantenendo però la parità di genere, ovvero un uomo e una donna.

Elezioni Bologna 2021: candidati

A Bologna, escludendo il quinquennio di Giorgio Guazzaloca, fin dal primo dopoguerra ha sempre amministrato prima il PCI (Partito Comunista Italiano) e poi le varie coalizioni di centrosinistra. Pertanto, anche nel 2021, il Partito Democratico è il grande favorito. Dopo i due mandati di Virginio Merola, ora si sa che il candidato ufficiale è Matteo Lepore, che ha l’appoggio anche del M5S.

Alle primarie del centrosinistra a Bologna il Movimento 5 stelle si è infatti schierato ufficialmente con il candidato Pd Matteo Lepore. A confermare la posizione, una settimana prima del voto che si è tenuto domenica 20 giugno, è stato Giuseppe Conte con una lettera inviata al Resto del Carlino. “Ci sono le condizioni”, si legge, “per sviluppare il laboratorio politico” di Pd, M5s e lista Coraggiosa (che fa riferimento alla vicepresidente dell’Emilia-Romagna Elly Schlein). “È un onore per me leggere del sostegno del presidente Giuseppe Conte. Una persona per bene che ha servito le istituzioni del nostro paese in uno dei periodi più bui della storia d’Italia. Grazie Presidente, lavoreremo insieme. Bologna contribuirà a rafforzare il campo nazionale dei progressisti e dei democratici”, ha commentato Lepore. Ha invece protestato la sfidante di Italia Viva Isabella Conti: “L’appoggio è veramente un po’ un’anomalia nel senso che non si era mai visto, prima di oggi, che un leader nazionale di un altro partito arrivasse in soccorso di un partito, come il Partito Democratico, della coalizione” in gara.

Ancora fumata nera invece per il centrodestra, che non riesce a trovare la quadra sul nome del candidato sindaco, anche se è molto probabile che arriverà alla fine da una lista civica.

Elezioni Bologna 2021: sondaggi

Alle elezioni di Bologna 2021 mancano ancora alcuni mesi, ma sono diversi i sondaggi politici realizzati per comprendere le preferenze dei cittadini. Stando a un’analisi fatta da Quorum per l’associazione Una città con te, che ha preso in considerazione Matteo Lepore come sindaco (non si erano ancora tenute le primarie) e diverse ipotesi per i candidati di centrodestra, le percentuali erano così suddivise: 

Prima ipotesi

  • Matteo Lepore – 54,8%
  • Giancarlo Tonelli – 32,7%
  • Candidato Movimento 5 Stelle – 2,6%
  • Altri – 9,9%

Seconda ipotesi

  • Matteo Lepore – 53,5%
  • Galeazzo Bignami – 32,9%
  • Candidato Movimento 5 Stelle – 4,2%
  • Altri – 9,4%

Terza ipotesi

  • Matteo Lepore – 56,4%
  • Fabio Battistini – 30,8%
  • Candidato Movimento 5 Stelle – 4,3%
  • Altri – 8,5%

Stando al sondaggio di Quorum per l’associazione Una città con te, Matteo Lepore sarebbe vincitore al primo turno, a prescindere da quello che sarà il candidato del centrodestra.

Più articoli dello stesso autore

Olimpiadi 2021: Di Francisca, Velasco e il giornalismo dei buonisti. A Tokyo è vietato criticare

La Rai allontana Elisa Di Francisca dopo le critiche alla squadra di Fioretto femminile e lo scontro con Julio Velasco. Ipocrisie di un giornalismo che non critica mai nessuno

Russia, scopre di aver dato alla luce il figlio di un’altra donna: errore durante la fecondazione in vitro

Dà alla luce il figlio di un’altra donna, per un errore durante una fecondazione in vitro in Russia. Gli embrioni erano stati scambiati.

Incendi in Sardegna: Elisabetta Canalis lancia una raccolta fondi. “Questa emergenza mi ha toccato in prima persona”

Per incendi in Sardegna Elisabetta Canalis lancia una raccolta fondi. E il Banco di Sardegna presenta due misure per aiutare tutti.

Notizie Correlate

Russia, scopre di aver dato alla luce il figlio di un’altra donna: errore durante la fecondazione in vitro

Dà alla luce il figlio di un’altra donna, per un errore durante una fecondazione in vitro in Russia. Gli embrioni erano stati scambiati.

Incendi in Sardegna: Elisabetta Canalis lancia una raccolta fondi. “Questa emergenza mi ha toccato in prima persona”

Per incendi in Sardegna Elisabetta Canalis lancia una raccolta fondi. E il Banco di Sardegna presenta due misure per aiutare tutti.