Delitto a Venezia, coppia uccisa a coltellate: assassino trovato morto

Duplice omicidio a Venezia, coppia uccisa a coltellate nella sera di domenica. Il killer, ex marito della donna, trovato morto in un capannone.

Coppia uccisa a coltellate a Venezia, trovati morti nella loro casa a Spinea. I Carabinieri hanno scoperto il delitto dopo l’allarme della figlia della donna. Il killer, dopo una fuga in macchina, è stato trovato morto in un capannone.

Venezia, coppia uccisa a coltellate in casa propria

Domenica di sangue a Venezia, teatro di un atroce delitto nelle ultime ore. Nella sera del 20 novembre un uomo e una donna sono stati uccisi a coltellate.

Le vittime sono una coppia di origini albanesi, Flonino Merkuri, 23 anni, e Mynevere Karabollaj, 37 anni. I due sono stati trovati morti in casa propria in via Leopardi, nel comune di Spinea. Dopo ore di tentativi a vuoto di contattarli, la figlia della donna ha allertato le autorità. I Carabinieri sono accorsi sul posto accompagnati da un’ambulanza e un’auto medica attorno alle ore 21, ma non hanno potuto far altro che constatare i decessi.

Anche l’assassino è morto: cadavere trovato in un capannone

Dopo una prima ipotesi di omicidio-suicidio, gli investigatori hanno scoperto elementi che provavano il coinvolgimento di una terza persona, fuggita in auto dopo aver ucciso la coppia. Gli agenti hanno poi identificato il killer: si trattava dell’ex marito della donna, incapace di accettare la sua nuova relazione. Dopo una caccia durata tutta la notte, i Carabinieri hanno rinvenuto il cadavere dell’uomo in un capannone in via Oriago, nell’area di Chirignago.

Si ritiene che l’assassino si sia suicidato poco dopo aver commesso il crimine. Gli inquirenti sono ancora al lavoro per ricostruire al meglio le dinamiche del duplice omicidio.