CU 2022: cosa fare se non arriva?

CU 2022: cosa fare se non arriva? Come comportarsi se il datore di lavoro non trasmette la certificazione unica in tempo.

CU 2022: cosa fare se non arriva? La Certificazione Unica è un documento fondamentale per fare correttamente la dichiarazione dei redditi. Cosa fare se non arriva in tempo?

Che cos’è la certificazione unica

La Certificazione Unica (CU) 2022 NoiPa è un documento che certifica i redditi percepiti nel corso dell’anno precedente, ed è fondamentale per preparare correttamente la dichiarazione dei redditi. In precedenza, allo stesso scopo, era usato Certificato Unico Dipendente (CUD), dichiarazione in cui venivano certificati i redditi da lavoro dipendente e da pensionati.

Nel 2015 il CUD viene sostituito dal CU, che include anche i redditi da lavoro autonomo e di altro tipo.

CU 2022: cosa fare se non arriva?

Le aziende e i datori di lavoro hanno tempo fino al 16 marzo per consegnare la CU all’Agenzia delle Entrate e ai propri dipendenti. In caso di licenziamento nel corso dell’anno, le imprese hanno dodici giorni di tempo dalla richiesta dell’ex dipendente per trasmettere la Certificazione.

Cosa fare se il datore non rispetta i tempi e la CU non arriva? In quel caso, il lavoratore può sollecitare la consegna con una raccomandata A/R, richiedendo di ricevere la Certificazione entro un dato periodo di tempo. In caso di inadempienza del datore, il lavoratore può rivolgersi all’Agenzia delle Entrate competente e denunciare la mancata consegna. Le aziende che non trasmettono la CU nei tempi previsti, o che consegnano il documento in ritardo, con informazioni incomplete o con dati errati, rischiano sanzioni amministrative dai 258 ai 2065 euro.

Come fare per il 730? Il dipendente che non abbia ancora ricevuto la propria CU, può procedere con la dichiarazione dei redditi usando una strada alternativa. Dal 2015, infatti, è possibile scaricare il modulo 730 precompilato. Se il datore di lavoro ha già trasmesso la CU all’Agenzia delle entrate, i dati riportati sulla certificazione saranno presenti sul precompilato. L’Agenzia delle Entrate metterà il precompilato a disposizione dei contribuenti  dal 15 aprile 2022.

LEGGI ANCHE: CU 2022 dipendenti pubblici: come scaricarla da NoiPa e quando