Live

GSE: cos’è e di cosa si occupa il gestore dei servizi energetici

Cos’è il GSE, quali sono i suoi valori e le sue attività? Scoprilo in questo articolo tutti i dettagli sul gestore dei servizi energetici

Cos’è il GSE? Quali sono i suoi valori e di cosa si occupa? In questa utile guida spieghiamo nel dettaglio cosa fa il Gestore dei Servizi Energetici, quali sono le sue attività, le performance e le sfide che si pone.

Come accennato, quando si parla di GSE ci si riferisce al Gestore dei Servizi Energetici. È una società per azioni italiana, controllata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, che svolge la sua attività in ambito energetico.

Identità e obiettivi del GSE

Il GSE ha come principale obiettivo la sostenibilità a livello ambientale e segue gli indirizzi strategici definiti dal Ministero della Transizione Ecologica. Due sono i pilastri che animano il Gestore dei Servizi Energetici: da una parte ci sono le fonti rinnovabili, dall’altra l’efficienza energetica. La missione è promuovere lo sviluppo sostenibile in Italia, attraverso l’energia che ci muove tutti.

Quali sono le attività del GSE

Le attività nelle quali è impegnato il Gestore dei Servizi Energetici riguardano tutte la promozione – anche attraverso agevolazioni fiscali – di comportamenti virtuosi e sostenibili, sia nel piccolo che nelle grandi aziende. Nel dettaglio si occupa di:

  • Fotovoltaico;
  • Rinnovabili elettriche;
  • Efficienza energetica;
  • Mercati energetici;
  • Servizi integrali integrati;
  • Rinnovabili per i trasporti.

Per quanto riguarda le energie rinnovabili, il GSE sostiene la produzione elettrica della quasi totalità degli impianti rinnovabili del nostro Paese. Inoltre la società incentiva interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia termica. Non solo, grazie alla sua esperienza nel campo delle rinnovabili, il Gestore dei Servizi Energetici è impegnato nell’elaborazione di ricerche e studi di settore. In più, è vicino alla PA, sempre in un’ottica sostenibilità ed efficienza.

L’Italia è il mercato principale sul quale il GSE si muove, ma anche in contesto internazionale si spende per promuovere le iniziative di carattere globale, in un continuo e costante confronto con le istituzioni e gli operatori stranieri. Infine, ma non per importanza, il GSE svolge un ruolo di informazione al fine di incentivare comportamenti più responsabili.

Le attività del GSE si fondano su 5 principi principali, di seguito riassunti:

  • Qualità ed eccellenza del servizio. In pratica il Gestore dei Servizi Energetici assicura la massima qualità dei servizi erogati e nella gestione del suo operato.
  • Trasparenza. Tutti i cittadini hanno la possibilità di visionare, in un’ottica appunto di totale trasparenza, come vengono utilizzate le risorse pubbliche da parte del GSE.
  • Integrità e correttezza. Il lavoro svolto dal GSE sull’assegnazione degli incentivi alle rinnovabili segue le regole di integrità e correttezza.
  • Responsabilità verso la collettività. I temi trattati dal Gestore dei Servizi Energetici contribuiscono al bene della collettività, ed è su questo terreno di fiducia e rispetto che si basa tutto il suo operato.
  • Sostenibilità ambientale. Al fine di promuovere un futuro migliore, il GSE vede nella sostenibilità aziendale il sostantivo alla base di tutta la sua mission aziendale.

I risultati economico finanziari del GSE

Efficienza, efficacia ed economicità sono i tre principi che guidano gli obiettivi del Gestore dei Servizi Economici in termini di risultati economici. Gli ultimi dati a nostra disposizione fanno riferimento al 2019 e possiamo riassumerli come segue:

  • Utile netto – 8,1 milioni di euro;
  • Valore della produzione – 14 miliardi di euro;
  • Dividendi – 5 milioni di euro.

Sviluppo sostenibile per il GSE

Con la sua attività, il GSE si pone come punto di riferimento e attore principale per lo sviluppo sostenibile in Italia. Questo è inteso sia come valore per la collettività, sia come sistema Paese: tutti gli individui possono credere in un futuro migliore, in armonia con l’ambiente circostante e nel rispetto di quest’ultimo, grazie agli interventi della società, che vanno ad incidere sulla politica energetica del Paese.

Migliorare la qualità della vita nel presente e per le future generazioni è la visione del Gestore, al fine di realizzare gli obiettivi di efficientamento sottoscritti dall’Europa. In tal senso, infatti, il GSE mette in campo azioni concrete e iniziative efficaci per rispondere al bisogno di sostenibilità di cui il Pianeta ha bisogno.

L’impegno del GSE è quello di rendere la sostenibilità parte integrante della sua cultura aziendale, della strategia, delle operazioni quotidiane di business, e lo fa utilizzando come punto di riferimento i Dieci Principi del Global Compact e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.

Agire responsabilmente, assumere un ruolo attivo, creare un contesto favorevole e valorizzare le risorse: attraverso questi asset, il GSE sostiene l’Agenda 2030 dell’ONU. I 17 obiettivi delle Nazioni Unite per la creazione di un mondo più sostenibile, nel quali il Gestore dei Servizi Energetici si riconosce, sono:

  • Sconfiggere la povertà;
  • Sconfiggere la fame;
  • Garantire una vita sana a tutti;
  • Diritto all’istruzione per tutti;
  • Parità di genere;
  • Accesso ai servizi igienico-sanitari per tutti;
  • Energia rinnovabile e accessibile;
  • Occupazione e crescita economica;
  • Promuovere l’innovazione e l’industrializzazione inclusiva e sostenibile;
  • Ridurre le disuguaglianze;
  • Creazione di città e comunità sostenibili;
  • Utilizzo responsabile delle risorse;
  • Lotta al cambiamento climatico;
  • Utilizzo sostenibile del mare;
  • Utilizzo sostenibile della terra;
  • Garantire pace e giustizia;
  • Rilanciare il partenariato globale per lo sviluppo sostenibile.

Per il raggiungimento di tali sfidanti obiettivi, l’attività del GSE si pone come fondamentale.