Chi è Raffaele Fitto, fedelissimo di Giorgia Meloni e di FdI?

Chi è Raffaele Fitto, uno dei fedelissimi di Giorgia Meloni, in passato già presidente della Regione Puglia?

Chi è Raffaele Fitto? Esponente di Fratelli d’Italia, è un politico italiano, presidente della Regione Puglia dal 19 maggio 2000 al 27 aprile 2005 ed è uno dei fedelissimi di Giorgia Meloni. 

Chi è Raffaele Fitto

Raffaele Fitto, nato a Maglie il 28 agosto 1969, è Ministro per gli affari regionali dal 2008 al 2011 nel quarto governo Berlusconi. Membro del Parlamento Europeo dal 2014, è laureato in Giurisprudenza all’Università di Bari e ha iniziato la sua carriera politica militando nella Democrazia Cristiana, nella fila della quale è stato eletto Consigliere regionale nel 1990 e ha ricoperto la carica di Assessore regionale al Turismo della Puglia. Nel 1994 ha aderito al Partito Popolare Italiano, nel 1995 ai Cristiani Democratici Uniti ed è stato riconfermato Consigliere regionale, ricoprendo la carica di Vicepresidente della Regione Puglia, con delega al Bilancio. Nel 1998 con i Cristiani Democratici per la Libertà ha proseguito l’alleanza con la coalizione di centrodestra del Polo per le Libertà e nel 1999 è stato eletto al Parlamento europeo. Nel 2000 è stato eletto Presidente della Regione Puglia con il sostegno del Polo per le Libertà, carica ricoperta fino al 2005. Nel 2014 è stato eletto al Parlamento europeo nelle fila di Forza Italia ma successivamente è uscito dal partito per aderire al Gruppo dei Conservatori e Riformisti Europei.

L’adesione a Fratelli d’Italia

Oggi Raffaele Fitto è uno degli uomini più ascoltati da Giorgia Meloni all’interno di Fratelli d’Italia. Nel 2019 è stato rieletto al Parlamento europeo nelle fila di Fratelli d’Italia e nel 2020 alle elezioni regionali si è ricandidato alla guida della Regione Puglia sostenuto dal centrodestra, venendo sconfitto però dal candidato del centrosinistra Michele Emiliano.

Dopo le elezioni politiche del 2022, il suo nome gira anche come papabile ministro in un governo guidato da Giorgia Meloni.