Live

Chi è Massimo Adriatici, l’assessore alla sicurezza di Voghera (Lega) arrestato con l’accusa di aver ucciso un giovane straniero

Chi è Massimo Adriatici, l'assessore alla sicurezza della Lega di Voghera arrestato con l'accusa di aver ucciso un 39enne straniero

Massimo Adriatici, assessore alla sicurezza della di Voghera (Pavia), è stato arrestato dalle autorità con l’accusa di aver ucciso un uomo di origini marocchine di 39 anni. Ne dà notizia il Fatto Quotidiano secondo cui, sulle base delle ultime ricostruzioni, l’assessore avrebbe sparato all’uomo marocchino dopo una lite nei pressi di un bar. Un fatto che si è svolto in piazza Meardi e su cui stanno indagando i carabinieri. Massimo Adriatici in questo momento si trova agli arresti domiciliari.

Massimo Adriatici, chi è l’assessore alla sicurezza della Lega

Massimo Adriatici è un avvocato che, da quanto riporta ancora il Fatto Quotidiano, deteneva regolarmente la pistola con la quale ha sparato. È assessore nella giunta di centrodestra guidata dal sindaco Paola Garlaschelli.

Nella sua attività di avvocato si occupa di assistenza giudiziale e stragiudiziale in ambito penale e civile. In comune in qualità di assessore alla sicurezza ha le deleghe a Sicurezza – Polizia Locale – Osservatorio Immigrazione.

Massimo Adriatici, l’uomo del Daspo Urbano e anti-movida

Ad ottobre 2020, poco dopo il suo insediamento da assessore, Massimo Adriatici ha promosso il provvedimento del Daspo urbano, da sempre molto sostenuto dalla Lega nei Comuni in cui governa. Il provvedimento, in particolare, era rivolto verso due persone che chiedevano l’elemosina in centro e che “bivaccavano” in città. Ma l’assessore è noto anche per le sue iniziative contro la movida e l’eccesso di sostanze alcoliche.

Si è poi reso protagonista di una battaglia contro gli assembramenti durante il lockdown ma anche ha promosso controlli in città per le auto parcheggiate in doppia fila.