Chi è Dario Vassallo, candidato M5S e fratello del “sindaco pescatore” ucciso

Chi è Dario Vassallo, fratello del sindaco pescatore che è stato ucciso e che si candida alle elezioni politiche con il M5S?

Dario Vassallo, fratello del sindaco pescatore che è stato ucciso, ha deciso di candidarsi alle elezioni politiche nel collegio uninominale della Camera Eboli-Cilento. Lo farà con il Movimento cinque stelle, e la sua è una delle figure individuate dal presidente del Movimento cinque stelle Giuseppe Conte. Conosciamolo meglio.

Chi è Dario Vassallo

Dario Vassallo, medico originario di Pollica, è uno dei candidati per il Movimento cinque stelle negli uninominali. Nei territori dove il fratello Angelo divenne sindaco e presidente dell’Ente Parco, Dario si candida in parlamento nel collegio uninominale della Camera Eboli-Cilento.

La storia di Dario degli ultimi anni, però, è a sua volta collegata alla vicenda del fratello sindaco che è stato ucciso a colpi di pistola il 5 settembre 2010;  da quel giorno Dario, con grande tenacia, si sta impegnando per ricercare la verità sul fratello e per fare questo ha anche accettato di candidarsi alle elezioni politiche nelle liste del Movimento cinque stelle. Mi candido coi 5S contro chi non vuole la verità su mio fratello Angelo – ha infatti affermato – i 5Stelle sono i più vicini alle idee del sindaco pescatore”.


Il libro “La verità negata”

Dopo la morte del fratello Angelo, detto conosciuto anche come “sindaco pescatore”, Dario Vassallo ha anche scritto un libro per denunciare la verità negata sulla morte del fratello. Ucciso il 5 settembre 2010 quando era sindaco di Pollica, Angelo Vassallo venne infatti ucciso a con nove colpi di pistola. E dopo dieci anni di silenzi, omertà, depistaggi il fratello Dario non si è mai arreso e continua a ricercare la verità.

L’ombra della camorra nella morte di Angelo, infatti, non è mai stata scacciata. E Dario Vassallo da quel lontano 2010, sacrificando la propria professione e sottraendo tempo ai propri affetti, ha percorso l’Italia in lungo e in largo per manifestare la sua volontà di voler cercare la verità fino alla fine. E il libro “la verità negata” racconta tutto questo