Borscht, piatto tipico ucraino diventa patrimonio dell’Unesco. Ingredienti e come si cucina la zuppa tradizionale?

Borscht è un piato tipico dell'Ucraina e riconosciuto patrimonio dell'umanità dall'Unesco. Ecco come si cucina e quali sono gli ingredienti.

Borscht è un piatto tipico ucraino che è stato riconosciuto dall’Unesco come patrimonio dell’umanità. Non sono mancati negli anni scontri e rivendicazioni con la Russia che però, a tavola, è stata battuta.

Borscht, piatto tipico ucraino diventa patrimonio dell’Unesco

L’Ucraina ha vinto una “battaglia” a tavola. Il tipico piatto della zuppa rossa, Borscht, è diventato patrimonio dell’umanità riconosciuto dall’Unesco. In realtà il piatto era stato rivendicato dalla Russia che sul profilo twitter ufficiale del Cremlino scriveva.

“A timeless classic! #Borsch is one of Russia’s most famous & beloved #dishes & a symbol of traditional cuisine” (Un classico senza tempo, il #Borsch è uno dei più famosi e amati #piatti russi e un simbolo della cucina tradizionale).

Tuttavia, un dizionario etimologico russo del 1848 attesta che la parola borsch indica una pietanza di origine ucraina a base di borchevik, la pianta di spondilio che cresce nelle paludi ucraine del delta del Danubio e del Dnipro.

Ingredienti e come si cucina la zuppa tradizionale?

Il Borscht è una zuppa tradizionale ucraina. Ecco gli ingredienti:

  • 800 g di carne di maiale o di vitello (possibilmente un taglio con l’osso e comunque non troppo magra)
  • 1 cipolla bianca
  • 2 carote
  • 1 piccola costa di sedano (facoltativo)
  • 150-200 g di pomodori pelati
  • 400 g di barbabietola
  • 400 g di cavolo cappuccio (o anche di verza)
  • 150-200 g di patate (oppure di fagioli)
  • 2-3 cucchiai di aceto
  • 2-3 cucchiaini di zucchero
  • 3 foglie di alloro
  • 4 spicchi di aglio
  • 3 cucchiai di olio di semi di girasole
  • sale
  • pepe nero
  • paprika dolce
  • aneto fresco
  • 1 cucchiaio di panna acida per ogni piatto o qualche foglia di aneto fresco (o anche di sedano)

Ecco invece i passaggi per cucinarla:

  • Versate la carne in una pentola con alloro, pepe in grani ed un cucchiaino di sale.

    Aggiungete 1 litro di acqua e portate ad ebollizione.

  • Pulite tutte le verdure avendo cura di lavarle bene e tagliarle finemente. Generalmente la barbabietola si acquista confezionata, dunque basterà tagliarla a dadini, oppure se avete della barbabietola fresca basterà togliere le foglie e lavarla per bene.
  • Trascorsi 40 minuti dall’ebollizione (la carne dovrà continuare a bollire per questo tempo), aggiungete le verdure, aggiustate di sale e pepe e aggiungete l’aceto.
  • Continuate la cottura per almeno altri 30 minuti. Trascorso questo tempo, togliete la carne, e adagiatela su di un tagliere per poterla quindi tagliare a cubetti.
  • Infine, tagliate il prezzemolo e disponetelo nei piatti da portata con la carne ed infine aggiungete la verdura cotta. Servite con dei ciuffi di panna.

 

LEGGI ANCHE: La Lombardia chiede lo stato d’emergenza a causa dell’allarme siccità. Cosa succede?