Live

Bonus Natale, fino a 1.400 euro a famiglia per fare la spesa: ecco i contributi

Bonus Natale in arrivo per le famiglie più colpite dalla pandemia. Diverso dagli altri bonus presentati dal governo.

Bonus Natale: si tratta di buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e di beni di prima necessità per aiutare le famiglie più colpite durante il periodo della pandemia di Covid-19.

Bonus Natale, fino a 1.400 euro a famiglia

Il Bonus Natala è la misura prevista nel decreto Ristori e rifinanziata dal governo con il decreto Sostegni bis a maggio scorso, per venire incontro alle famiglie più in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19 e aiutarle con l’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità.

Diverso dai vari bonus terme e tv, perché questo tipo di aiuto statale consiste in buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e di beni di prima necessità

Ecco i contributi stanziati

Il Bonus Natale è stato presentato con uno stanziamento da 500 milioni di euro che saranno suddivisi e distribuiti tra i singoli Comuni.

Questa la suddivisione dello stanziamento dei contributi:

  • 50% (250 milioni di euro) in proporzione alla popolazione residente in ciascun Comune;
  • 50% (250 milioni di euro) in base alla differenza del valore del reddito pro capite di ogni Comune rispetto al valore medio nazionale, ponderata per la rispettiva popolazione.

A ciascuno Comune tocca il compito di stabilire i requisiti per l’accesso al contributo e la sua erogazione. Sui siti dei Comuni deve essere pubblicato il bando con tutte le informazioni necessarie: criteri, importi, scadenza e documentazione necessaria per presentare domanda (ad esempio la certificazione del valore Isee). Il contributo può essere richiesto sia dai nuclei familiari con più componenti o figli sia dai nuclei composti da una sola persona.

Il decreto stabilisce il limite massimo del 31 dicembre 2021 per presentare la domanda, ma i singoli Comuni possono decidere autonomamente le date.

L’importo del contributo non è fisso. Gli importi variano quindi da città a città e in base alla composizione familiare. Si parte da un minimo di circa 100 euro per arrivare a un massimo di 600-700 per i nuclei familiari con più componenti. Nel 2021 ogni nucleo familiare può richiedere il bonus due volte, arrivando così alla cifra massima di 1400 euro.