Bollette luce e gas: quando arrivano?

Quando arrivano le bollette della luce e del gas? Come pagarle in tempo? Che differenza c'è tra il mercato libero e il regime di maggior tutela?

Quando arrivano le bollette di luce e gas? Come pagarle per tempo? Tutto quel che c’è da sapere per gestire con efficienza le proprie forniture di gas naturale ed energia, sia nel regime di Maggior Tutela che nel Mercato libero.

Maggior tutela e mercato libero: cosa sono e cosa cambia

Ad oggi è ancora possibile decidere di rifornirsi di gas ed energia elettrica per uso domestico sfruttando il regime di maggior tutela o affidandosi al mercato libero dell’energia.

Cosa significa? Il servizio di maggior tutela, anche noto come mercato tutelato, è un opzione per il consumatore che garantisce l’erogazione di gas ed elettricità ai prezzi e condizioni stabiliti dall’ARERA, l’Autorità di Regolazione per energia, reti ed ambiente. Il mercato libero dell’energia è invece frutto del processo di liberalizzazione del settore energetico. Nel mercato libero, i consumatori possono scegliere liberamente l’operatore a cui rivolgersi, scegliendo la soluzione contrattuale a loro più congeniale.

A partire dal 1 gennaio 2023 il passaggio al mercato libero diventerà obbligatorio.

Bollette luce gas, quando arrivano in maggior tutela e nel mercato libero

Le tempistiche di arrivo delle bollette di luce e gas sono diverse a seconda che ci si trovi in regime di maggior tutela o che si sia scelto un operatore nel mercato libero. Nel mercato tutelatole bollette della luce arrivano:

  • Ogni mese, per i clienti domestici con potenza maggiore ai 16,5 kW.
  • Ogni due mesi, per i clienti domestici con potenza inferiore ai 16,5 kW.

In merito al gas, esistono parametri diversi. I consumatori riceveranno le bollette:

  • Ogni mese, per clienti con consumi maggiori ai 5.000 Smc annuali.
  • Ogni tre mesi, per clienti con consumi tra i 500 e i 5.000 Smc annuali.
  • Ogni quattro mesi, per clienti con consumi inferiori ai 500 Smc annuali.

Nel mercato libero la situazione è più variabile, in quanto ogni fornitore ha regole di fatturazione diverse.

D’altro canto, il consumatore è in genere anche più libero di sceglierne le modalità e le tempistiche. Alcuni operatori del mercato libero inviano le bollette su base mensile, altri su base bimestrale o trimestrale.

In alcuni casi, possono essere proposte bollette unificate Dual Fuel, che coprono sia il costo del gas che quello della luce. Tra le novità proposte dal mercato libero vi è anche un’offerta simile a un abbonamento mensile. Viene calcolata una stima annuale dei consumi, in modo da stabilire un importo fisso da pagare ogni mese.

A fine anno si procede a un ricalcolo, includendo un eventuale conguaglio in base ai consumi dell’anno precedente.

LEGGI ANCHE: Bollette, sconto dal 1° aprile: come averlo?

Come pagare le bollette in tempo: i metodi di pagamento

Il metodo più comune per pagare le proprie bollette è il classico bollettino cartaceo alle Poste. Il rischio di metterlo da parte e dimenticarlo, tuttavia, è sempre dietro l’angolo. Con le recenti innovazioni tecnologiche, sono stati introdotti metodi alternativi per risolvere le proprie incombenze energetiche.

Tra queste spicca la domiciliazione delle utenze gas e luce. È possibile collegare le forniture direttamente al proprio conto corrente o ad altri strumenti di pagamento, come ad esempio le carte di credito. In questo caso, il pagamento avverrà in automatico una volta emessa la bolletta, senza rischi di ritardi e sanzioni.