Blake Lively ironica sulla gravidanza: “La palestra? Non sta funzionando”

Blake Lively ironizza sulla sua gravidanza, la quarta insieme a Ryan Reynolds: "L'allenamento in palestra non sta funzionando".

Blake Lively fa ironia sulla sua quarta gravidanza“L’allenamento in palestra non sta funzionando”. L’attrice e moglie di Ryan Reynolds ha pubblicato un buffo montaggio in compagnia del suo personal trainer in cui scherza sul suo pancione.

Blake Lively, l’ironia sulla gravidanza su Instagram: “La palestra non funziona”

L’amata attrice e imprenditrice americana 35enne Blake Lively si è mostrata al suo pubblico con il pancione, concedendosi un momento di autoironia sui social.  L’ex protagonista di Gossip Girl ha scherzato sulla sua gravidanza con un divertente post sul suo profilo Instagram, in cui “critica” il lavoro del suo personal trainer, Don Saladino: “Mi sto allenando in palestra seguendo il programma di Don Saladino da mesi, ormai. Qualcosa non sta funzionando”. Nel post Blake mette a confronto due foto scattate a distanza di qualche mese, mettendo in evidenza il suo ormai prominente pancione.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Blake Lively (@blakelively)

Quarta gravidanza per Blake e Ryan Reynolds

Blake Lively è alla sua quarta gravidanza con suo marito Ryan Reynolds, altro beniamino hollywoodiano molto noto per il suo spiccato senso dell’umorismo. I due stanno insieme da oltre dieci anni e sono i genitori di tre figlie, nate rispettivamente nel 2014, 2016 e 2019. Per quanto riguarda il genere del quarto bimbo, Blake e Ryan hanno preferito non scoprirlo, come è per loro tradizione. Lo ha spiegato Reynolds in un’intervista a Today“Non lo so. Non lo scopriamo mai finché il bimbo non è nato. Sono bravo con le bimbe, quindi ci sto un po’ sperando. Ma sono pronto a qualsiasi cosa”. L’attore ha spiegato di non desiderare un figlio a tutti i costi, scherzando su quanto sia difficile crescere solo maschi: “Sono cresciuto con tanti fratelli, quindi parlo per esperienza. Tengo molto alla mia salute e all’integrità della mia casa. Ero il più giovane di quattro ed eravamo tutti piromani e pompieri”.