Bitpanda, l’azienda che offre ferie illimitate pagate

Ferie pagate illimitate, pause collettive e più congedi parentali: tutto su Bitpanda. I benefit aziendali introdotti dall'azienda austriaca.

Scopriamo Bitpanda, l’azienda che offre ferie illimitate pagate ai suoi dipendenti. La piattaforma di investimento digitale si fa portavoce di un nuovo modo di vivere il lavoro, puntando su una politica di benefit aziendali al servizio dei propri impiegati.

Bitpanda e la sfida del welfare aziendale

Bitpanda, piattaforma di investimento digitale austriaca fondata nel 2014, ha appena annunciato una nuova politica di benefit aziendali. In una nota ufficiale, l’azienda ha annunciato una serie di misure per costruire un ambiente lavorativo flessibile a misura di dipendente.

L’obiettivo dei fondatori, Eric Demuth e Paul Klanschek, è di creare un luogo di lavoro che permetta la crescita del proprio team, ad oggi composto da 1000 persone, offrendo loro quanto più libertà e benessere possibile.

Bitpanda è un’azienda creata attorno ad un modello di lavoro ibrido, con divisione approssimativa al 50% tra lavoro in ufficio e lavoro da casa. Un progetto creato allo scopo di garantire un maggior bilanciamento tra vita privata e vita professionale.

“Con il nostro nuovo approccio improntato alla flessibilità” -spiega Demuth nella nota- “Vogliamo essere sicuri che tutti abbiano la possibilità di prendersi una pausa dopo periodi molto impegnativi e l’opportunità di dare il meglio di sé”.

I benefit aziendali di Bitpanda: ferie illimitate pagate, pause collettive, congedi

Dal 1 aprile 2022, Bitpanda offre ai propri dipendenti ferie annuali illimitate e retribuite. I dipendenti di qualsiasi cultura, team o fuso orario potranno prende pause in totale libertà.

Lo scopo è di dar modo agli impiegati di tornare con la giusta carica per affrontare uno dei settori in crescita più impegnativi dell’attuale mercato del lavoro.

Verranno inoltre introdotte due Recharge Break, ovvero pause collettive retribuite, distanziate nel corso dell’anno. Nel corso di queste pause i dipendenti potranno disconnettersi del tutto, senza doversi preoccupare di garantire la propria disponibilità costantemente, anche via email. Durante le Recharge Break i servizi di Bitpanda saranno comunque garantiti.

Il gruppo di impiegati indispensabili che continueranno a lavorare durante la pausa collettiva potranno fermarsi a loro volta in una data successiva.

I dipendenti avranno inoltre la facoltà di lavorare da qualsiasi luogo. Per un massimo di 60 giorni lavorativi annuali, le persone impiegate da Bitpanda potranno dare il loro contributo lavorativo da un luogo a loro scelta. Il tutto a patto che almeno l’80% delle loro ore lavorative si sovrappongano a quelle del resto del team.

Bitpanda introduce infine una policy di congedo parentale neutrale. L’azienda digitale garantisce 20 settimane retribuite per i nuovi genitori, a prescindere dal genere o dall’età. Il benefit sarà disponibile per genitori naturali, surrogati e adottivi.