Bill Cosby colpevole, giuria lo condanna per abusi su una minorenne

Bill Cosby colpevole, l'attore condannato per violenza sessuale a una minorenne nel 1975. Dovrà pagare mezzo milione di dollari di danni.

Bill Cosby colpevole, il celebre attore americano condannato civilmente per aggressione sessuale su una donna, all’epoca minorenne. La vittima afferma che la violenza ha avuto luogo nel 1975, quando aveva solo 16 anni, nella Playboy Mansion di Hugh Hefner.

Bill Cosby colpevole, condannato per violenza sessuale su una minorenne nel 1975

Altra condanna per Bill Cosby: la giuria del processo civile contro l’ex “Papà” della tv statunitense ha raggiunto un verdetto.

Il volto della sitcom The Bill Cosby Show, nota in Italia come I Robinson, è stato giudicato colpevole di aggressione sessuale nei confronti di Judy Huth, all’epoca dei fatti ancora minorenne. In base ai documenti del processo, i fatti risalgono al 1975, quando la vittima aveva solo 16 anni. Bill Cosby avrebbe incontrato Judy per la prima volta in California, sul set di un film. L’attore, all’epoca già famoso e influente, invitò la ragazza nella Playboy Mansion di Hugh Hefner.

È nella villa del noto editore che Cosby avrebbe costretto Judy a compiere un atto sessuale indesiderato.

La condanna: Huth riceve un risarcimento di 500mila dollari

La giuria californiana ha riconosciuto Cosby colpevole di violenza sessuale e ha riconosciuto un corposo risarcimento a favore di Judy Huth, che oggi ha 64 anni: riceverà 500mila dollari di danni. Intervistata dal Washington Post, Huth si è detta sollevata per la conclusione positiva della vicenda: Ero euforica.  Seriamente, sono passati così tanti anni, così tante lacrime”.

Da parte sua Cosby non ha partecipato al processo, negando sempre ogni accusa. Huth è solo l’ultima di tantissime donne che hanno accusato il comico americano di violenza sessuale, sempre con modalità simili. In base alle testimonianze delle vittime, Bill Cosby le adescava per poi drogarle o farle ubriacare, in modo da agire indisturbato. L’attore fu condannato in passato da un tribunale penale per queste accuse, ma riuscì ad evitare la pena a causa di un vizio di forma.