Antonino Cannavacciuolo: infanzia, carattere, ristorante del famoso chef

Antonino Cannavacciuolo è un famoso chef di origini campane famoso per il suo carattere burbero e scontroso in televisione.

Antonino Cannavacciuolo è un famoso chef non solo per la conquista di stelle Michelin ma soprattutto per le sue diverse partecipazioni in programmi televisivi di cucina.

Antonino Cannavacciuolo: infanzia

Antonino Cannavacciuolo è originario di Vico Equense, è nato il 16 aprile 1975. Dopo il diploma alberghiero, si è perfezionato in ristoranti francesi, in Alsazia e al Grand Hotel Quisisana di Capri. È sposato con Cinzia, sua moglie e socia in affari. La coppia ha due figli piccoli.

Nella sua carriera ha conquistato due stelle Michelin, ancora prima di approdare in tv.

Ha ricoperto il ruolo di chef nei programmi televisivi di Cucine da incubo, MasterChef Italia, ‘O mare mioCelebrity MasterChef.

Nella sua infanzia il rapporto con il padre non è stato semplice: “Mio padre è chef. Nella mia infanzia l’ho visto pochissimo, sono cresciuto senza di lui. Ho lavorato con lui per due stagioni, e ha provato in ogni modo a impedirmi di seguire la sua strada. In ogni modo. Ma ha peggiorato la situazione”.

Il rapporto non è stato sempre rose e fiori, anzi spesso conflittuale: “Pur di scoraggiarmi non mi ha parlato per lunghi periodi, poi mi ha mandato a lavorare nella cucina di uno grande chef, suo amico, persona durissima, e a lui ha chiesto di picchiare duro. Ha fatto bene, però mi ha dato una lezione di vita che non intendo replicare con mio figlio”.

Antonino Cannavacciuolo: carattere

Lo chef è famoso anche per il suo carattere rude, burbero e spesso scontroso, tale da mettere in soggezione gli aspiranti chef, spesso incutendo ancora più timore con le sue grosse mani.

Ristorante del famoso chef

Il ristorante più conosciuto dello Chef stellato Cannavacciuolo è sicuramente Villa Crespi sul lago d’Orta San Giulio, in Piemonte. Non solo, ha aperto una serie di Bistrot sempre nella regione piemontese: Cannavacciuolo Cafè & Bistrot a Novara e a Torino.

Lo chef sarebbe tra i più ricchi d’Italia e avrebbe guadagnato più di 9.9 milioni nel 2017.