Economy L'Europa ci darà il "diritto alla disconnessione"?

L’Europa ci darà il “diritto alla disconnessione”?

Essere costantemente connessi, insieme alle forti sollecitazioni sul lavoro e alla crescente aspettativa che i lavoratori siano raggiungibili in qualsiasi momento, può influire negativamente sui diritti fondamentali dei lavoratori nonché sulla loro salute fisica e mentale e sul loro benessere”. È piuttosto chiara la Proposta di Risoluzione (clicca qui per scaricarla in pdf) approvata dalla Commissione per l’occupazione e gli affari sociali dell’Unione Europea sul cosiddetto “diritto alla disconnessione”: un provvedimento che ha appena iniziato il suo iter legislativo e arriva in un momento propizio, in cui milioni di persone hanno toccato con mano il fragilissimo equilibrio tra “lavoro” e “vita personale”. Per “disconnessione” la proposta intende “il mancato esercizio di attività o comunicazioni lavorative per mezzo di strumenti digitali, direttamente o indirettamente, al di fuori dell’orario di lavoro”, ovvero la possibilità che un lavoratore smetta di lavorare, anche se in telelavoro, rispettando gli orari stabiliti con il datore di lavoro.  

Nel documento si “invita la Commissione a valutare e affrontare i rischi di una mancata tutela del diritto alla disconnessione” e “ad adoperarsi affinché gli Stati membri e i datori di lavoro garantiscano ai lavoratori la possibilità di esercitare il loro diritto alla disconnessione”. Inoltre, si legge nel testo che “i lavoratori – si legge nel testo dovrebbero disporre di un’adeguata protezione giudiziaria e amministrativa contro un trattamento sfavorevole in risposta all’esercizio dei diritti sanciti dalla presente direttiva o a un tentativo di esercitarli, compresi il diritto di ricorso e il diritto di avviare procedimenti amministrativi o giudiziari per garantire la conformità con la presente direttiva.” La risoluzione è passata con 31 votes favorevoli, 6 contrari and 18 astenuti e ha avuto il sostengo anche del Ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Giuseppe Provenzano.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Più articoli dello stesso autore

Gig economy, significato e non solo: tutto quello che c’è da sapere

Che cos'è la Gig Economy? Perché questo fenomeno economico che sta crescendo a velocità esponenziale divide tanto l’opinione pubblica?

Concorsi scuola 2021: docenti e personale ATA

Diversi i concorsi scuola previsti nel 2021: tra questi 2 concorsi straordinari e 2 ordinari per docenti e uno per personale ATA

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Notizie Correlate

Reinventing Cities: pasticcio su Ferrovienord. Vince Hines ma il Nodo Bovisa è a rischio

L'offerta di Hines vince su Bovisa con 35 milioni per le aree. Ma c'è una sede di Ferrovienord che da sola costa 60 milioni di euro e non è prevista dal bando. Chi la paga? Ora la gara di Reinventing Cities rischia lo stallo. Manca una firma e il peso è tutto sulle spalle del dirigente di Palazzo Marino, Marino Bottini

Come sarà la riforma dell’Irpef di Draghi?

Tra gli obiettivi del PNRR c’è una profonda riforma fiscale principalmente attraverso una revisione dell’IRPEF. Che cosa ha in mente Draghi?

FS, Cdp, Camera di Commercio: che affari per David Casalini, re delle startup consulente della Pisano

David Casalini, fondatore e amministratore delegato di StartupItalia, è stato consulente della Pisano. Ma anche adesso che al ministero c'è Colao...

Processo Ubi: chiesti 5 anni per Santus, nella Bergamo che conta tremano Diocesi e Vaticano

La procura chiede 5 anni per Armando Santus, ex vicepresidente del Consiglio di Sorveglianza della Banca, numero uno della Fondazione Papa Giovanni XXII e fratello di un membro della segreteria di Stato vaticana. Dopo aver perso la banca locale a Bergamo tremano anche in Santi cittadini

Reinventing Cities: il Comune tira sul prezzo, i Cabassi boicottano la gara

Ormai la notizia gira nel mondo immobiliare. Reinventing Cities? I Cabassi (e tanti altri operatori) non saranno più della partita