Economy Gli shopper sono i nuovi rider?

Gli shopper sono i nuovi rider?

Gran movimento sotto il cielo dei rider, i fattorini che, in bici, in moto o a piedi, consegnano cibo e merci alle famiglie. Anche perché i fattorini con lo zaino in spalla durante i mesi della pandemia sono cresciuti del 50%: erano poco più di 15 mila prima del Covid, adesso praticamente raddoppiati a circa trentamila. E sono tra i pochi, nella stagione delle grandi limitazioni personali, a circolare per le città senza limiti, se non quello della mascherina sul volto. Affari d’oro soprattutto per le piattaforme: prima della pandemia, stando ai dati di Assodelivery, l’associazione dell’industria del food delivery italiana, il business delle consegne dei pasti contava ventimila rider, di cui il 75 per cento lavorava meno di sei mesi l’anno, e generava 350 milioni di euro di business per il settore della ristorazione. Tre rider su quattro erano studenti o comunque persone che portavano pranzi e cene nelle case degli altri solo per arrotondare, l’età media dei fattorini era di 27 anni e lavoravano per 15 ore a settimane in media.

Oggi quelli che fanno i rider come primo lavoro sono in crescita costante, l’età media è aumentata visibilmente come anche il numero di ore lavorate. Secondo l’Osservatorio nazionale di Just Eat emerge che il 2020 ha rappresentato per il mercato del digital food delivery un anno di svolta con una crescita significativa che lo ha portato a rappresentare tra il 20 e 25 per cento dell’intero settore del domicilio e ad affermarsi anche come essenziale agli occhi degli italiani.

Nei mesi di lockdown il mercato si è espanso notevolmente arrivando a servire tutte le città con più di 50 mila abitanti e il 66 per cento degli italiani, ovvero circa 40 milioni di persone. Per i rider c’è ancora incertezza sul contratto da rivendicare. Per la Cgil c’è già quello della logistica: Assogrocery e Fisascat Cisl stanno infatti lavorando ad una intesa per determinare le condizioni economiche e normative dei rapporti di lavoro degli “shopper”, i fattorini delle piattaforme digitali che fanno la spesa per i clienti portandola nelle loro case. L’intesa in discussione, sulla base del comma 2 dell’articolo 2 del Jobs Act, sarebbe un accordo collettivo nazionale per regolamentare i rapporti di lavoro del personale dipendente e dell’attività di collaborazione alle imprese che svolgono, tramite piattaforme digitali, attività di acquisto e rivendita di un carrello contenente i prodotti di largo consumo ordinati online dal cliente. Ma la questione è ancora aperta.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Più articoli dello stesso autore

Semestre bianco: cos’è, quando inizia e cosa significa per Sergio Mattarella

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sta per entrare nel suo "semestre bianco". Ma cos'è e perché è importante?

F1, Sebastian Vettel penalizzato per la maglia arcobaleno: la protesta del pilota contro la legge anti-Lgbtq+ in Ungheria

Vettel, il pilota della Ferrari, è sotto investigazione per non aver rispettato le procedura del pre-gara del Gran Premio in Ungheria.

Vanessa Ferrari, quando gareggia: data, ora, come vedere la diretta tv della finale delle Olimpiadi Tokyo 2021

Vanessa Ferrari è arrivata in finale di corpo libero alle Olimpiadi di Tokyo 2021. Proverà a vincere la medaglia d'oro olimpica.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Notizie Correlate

Varie ed eventuali su Just Eat, quote rosa e Olimpiadi invernali Milano-Cortina

Bergamo e Brescia depongono l'ascia di guerra mentre avanzato le quote rosa nell'industria alimentare Rondanini. E Just Eat...

Be cresce: valore di produzione oltre i 106 milioni (+27,8% sul 2020)

"Produzione oltre i 106 €/mln con un +27,8%, +35% sull’EBITDA Y/Y e +58,1% sull’EBT Y/Y. Sono risultati importanti derivanti sia da una...

La Cassazione sul diritto al rimborso degli oneri fideiussori sostenuti dai contribuenti per l’ottenimento dei rimborsi IVA “accelerati”

La Cassazione ha precisato gli aspetti legati ai termini per poter richiedere il rimborso degli oneri fideiussori

Rai, c’è un nuovo “caso Report”. Anche Helbiz vuole conoscere le fonti anonime di Sigfrido Ranucci

Dopo la puntata di Report "Il mago di Helbiz", anche il colosso dei monopattini elettrici vuole conoscere le fonti anonime di Sigfrido Ranucci. Ha presentato una richiesta di accesso agli atti al Comune di Milano

Pnrr e criminalità organizzata, così le mafie puntano ad appalti e green economy

Grandi opere, infrastrutture digitali, rischio idrogeologico, green economy: il pnrr è in arrivo, ma va difeso dagli appetiti