Economy Nulla sarà più lo stesso: l'indagine della Procura di Milano sui rider

Nulla sarà più lo stesso: l’indagine della Procura di Milano sui rider

“Non sono schiavi”, ammonisce la Procura di Milano, rifilando alle aziende di delivery che “sfruttano” i rider sanzioni per 733 milioni e intimandone l’assunzione. Certo non è una passeggiata l’indagine “fiscale” che hanno condotto i magistrati del capoluogo lombardo sul lavoro dei ciclisti-fattorini, diventati un simbolo dello sfruttamento. D’altra parte i sindacati, capeggiati dalla Filt Cgil, ripetono da tempo che il lavoro dei rider va normato, anche perché il contratto c’è già: è quello della logistica, settore in fortissima espansione (vedi Amazon) proprio grazie alla pandemia. E le consegne a domicilio sono cresciute in sintonia col lockdown e le limitazioni da Covid.

Massimo Bonini, segretario della Cgil milanese, esprime soddisfazione per l’iniziativa della Procura a tutela dei rider: “Una notizia importante frutto della caparbietà anche del sindacato a denunciare le pessime condizioni di lavoro nel delivery”. “Sapevamo già che erano lavoratori trattati da schiavi, avevamo visto i caporali, abbiamo denunciato le condizioni di lavoro fuori ogni logica morale”, spiega.

Ora si parla di una class action dei rider davanti al Tribunale del Lavoro per costringere le aziende ad assumerli. C’è anche chi invita i cittadini allo sciopero bianco: “Basta consegne a domicilio fino a quando i rider non saranno regolarizzati”. Per Assodelivery, l’associazione delle imprese nate attorno a queste app innovative, “l’online food delivery è un’industria che opera nel pieno rispetto delle regole, capace di garantire un servizio essenziale”.

E ancora: ”Oggi i rider che collaborano con le piattaforme di food delivery operano all’interno di un contesto legale e protetto, che assicura ai rider flessibilità e sicurezza. La pandemia ha dimostrato che il food delivery è un vero e proprio servizio essenziale”. Vero, ma i rider continuano (salvo casi rarissimi) a guadagnare una miseria. E l’iniziativa della Procura di Milano ha scoperchiato il pentolone.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Più articoli dello stesso autore

Ristoranti con dehors? Zona rossa o zona bianca, è beffa per i commercianti di Milano: ora non si trovano i materiali

Gazebo, teli e materie prime sono introvabili. Gli imprenditori: "Attendo da 2 mesi". Così la decisione è diventata un boomerang

Sentenza Tar Report, ecco le carte che fanno infuriare Sigfrido Ranucci. Scarica

Il Tar Lazio ordina a Report di rivelare le sue fonti all'avvocato Andrea Mascetti. Scarica la sentenza che fa infuriare Sigfrido Ranucci

Terrorismo islamico, che fine ha fatto? “Tagli alla Difesa per investimenti in Sanità, è a rischio la sicurezza”

Terrorismo in Italia, quanti soldi investe lo Stato per contrastare la minaccia terroristica? Sempre di meno

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Notizie Correlate

Ristoranti con dehors? Zona rossa o zona bianca, è beffa per i commercianti di Milano: ora non si trovano i materiali

Gazebo, teli e materie prime sono introvabili. Gli imprenditori: "Attendo da 2 mesi". Così la decisione è diventata un boomerang

Terrorismo islamico, che fine ha fatto? “Tagli alla Difesa per investimenti in Sanità, è a rischio la sicurezza”

Terrorismo in Italia, quanti soldi investe lo Stato per contrastare la minaccia terroristica? Sempre di meno

Povertà in Italia, dall’Istat numeri shock sull’abitare. E al Nord la situazione è esplosiva

I dati Istat sulla povertà in Italia mostrano numeri preoccupanti e nel Nord Italia la situazione è esplosiva

Varie ed eventuali su Alitalia, Esselunga e i tempi duri per la Coca Cola

Marina Caprotti che prende le redini dell'Esselunga. La guerra alla Coca Cola di alcuni calciatori all'Europeo. E una pillola su Alitalia

Reinventing Cities Milano, sull’ex Macello è sfida a due: Antirion e Incus Capital contro Redo e CCL

Sarà una sfida a due per la riqualificazione dell'Ex Macello nell'ambito di Reinventing Cities: Antirion e Incus Capital contro Redo e CCL