Penalizzazione Juventus, Fagioli: “Dobbiamo cercare di arrivare in Champions”

Vista la recentissima penalizzazione della Juventus, Fagioli ha espresso il suo parere, puntando alla Champions League.

Chiusa la pratica Atalanta (con un pirotecnico 3-3), il centrocampista di Piacenza è stato protagonista di un’altra splendida prestazione, dimostrando – ancora una volta – la sua crescita esponenziale e le sue qualità. Vista anche la recentissima penalizzazione della Juventus, Fagioli ha espresso il suo parere, puntando alla Champions League.

Nicolò Fagioli parla della penalizzazione alla Juventus

Dal terzo al decimo posto, da 37 a 22 punti. Questa è stata la punizione inflitta alla Juventus a causa delle plusvalenze. Non sono mancate le proteste ed è in corso anche la richiesta del corso, sia per ritrattare la decisione sia per “punire” le diverse società che potrebbero essere colpevoli della stessa azione.

Intanto i bianconeri hanno dovuto affrontare l’Atalanta e, nonostante la gara sia finita in parità (dopo uno spettacolare 3-3), giocatori e allenatore hanno giocato con rabbia, voglia, grinta e attaccamento alla maglia, dimostrando di essere più forti di tutto ciò che sta accadendo.

A parlare della situazione lo stesso Nicolò Fagioli:

“Non ci aspettavamo 15 punti, ma non possiamo farci niente. Dobbiamo solo scendere in campo e cercare di arrivare in Champions. La dirigenza combatterà per far togliere questa penalizzazione, ci hanno detto di stare tranquilli e di mettere ancora più passione in campo”.

Protagonista di un’ottima gara contro la Dea, ha rilasciato un commento sul pari finale:

“C’è rammarico per non aver battuto l’Atalanta, peccato per i primi cinque minuti del secondo tempo. Ma alla fine abbiamo strappato un punto ed è un bel segnale per la squadra. Sono felice per il momento che stiamo vivendo, abbiamo fatto otto vittorie di fila e poi c’è stato lo stop di Napoli. Sono felice anche dal punto di vista personale, dobbiamo continuare così”.

Da possibile partente nella sessione estiva di mercato a titolare quasi certo. Il calciatore classe ’01 si è conquistato la fiducia di Massimiliano Allegri ed è ormai parte del progetto, rappresentando (insieme ad altri) il futuro della Juventus.