Gabriel Omar Batistuta: tanti auguri al re dei bomber

Chi è Gabriel Omar Batistuta: il 1 febbraio 2022 Batigol ha compiuto 53 anni. Una vita spesa in aerea di rigore segnando tante reti.

Chi è Gabriel Omar Batistuta? Una domanda da non fare a chi conosce un minimo di calcio. Probabilmente Batigol è stato il centravanti da aria di rigore più forte di tutti i tempo. Una macchina da gol finché le sue gambe hanno retto. Oggi compie 53 anni: tanti auguri re dei bomber.

Chi è Gabriel Omar Batistuta: vita privata

Gabriel Omar Batistuta è nato a Avellaneda (Argentina) il 1° febbraio 1969. A 16 anni, la passione e il talento per il calcio l’ha portato a lasciare la scuola ad un passo dal diploma per concentrarsi sullo sport.

Dopo alcuni anni nelle squadre giovanili argentine, Gabriel è stato acquistato dalla Fiorentina: era il 1991. A Firenze così come poi a Roma ha lasciato il segno nei cuori dei tifosi e nei club portando gioia e gol.

L’ex bomber ha avuto una sola donna al suo fianco, in tutti questi anni. Aveva solo 17 anni quando ha conosciuto la giovanissima Irina Fernandez, durante la festa per il suo quindicesimo compleanno.

Pochi mesi dopo il loro primo incontro, i due ragazzi si fidanzano e, nel 1990, convolano a nozze. Insieme hanno avuto quattro figli: Thiago, Lucas, Joaquin e Shamel.

Batistuta: una vita da bomber

Le tappe calcistiche importanti della vita di Batigol sono due in particolare:  in Italia, ha vestito per nove anni la maglia della Fiorentina, di cui è stato capitano e con cui nel 1996 ha vinto una Coppa Italia e una Supercoppa italiana. Poi ecco la Roma, nel 2001 ha conquistato uno scudetto e una Supercoppa italiana.

Da non dimenticare che con 54 gol è il secondo miglior realizzatore nella storia della Nazionale Argentina. Batistuta ha dato tanto e tutto al calcio e alle squadre per cui ha giocato, tanto da doversi operare alle cartilagini dopo essersi ritirato. Per il calcio Batistuta ha rischiato di non poter più camminare. Un campione dentro e fuori dal campo, un centravanti unico senza eguali che ha lasciato più di un vuoto nelle aeree dei campi di calcio di tutto il mondo.