Frattesi carica l’Italia: “L’Ungheria è tosta, ma vogliamo il primo posto”

Frattesi carica i compagni per la sfida di Nations League tra Italia e Ungheria: "Sono tosti e motivati, ma vogliamo il primo posto".

Frattesi suona la carica per Italia-Ungheria in Nations League“Sarà una sfida dura. Sono molto motivati, ma vogliamo il primo posto”. Il centrocampista del Sassuolo pronto a guidare la metà campo azzurra nella gara più importante del girone C.

Frattesi carica gli azzurri prima di Italia-Ungheria: “Vogliamo il primo posto”

Intervistato da Rai Sport, il centrocampista Davide Frattesi ha incitato i suoi compagni di Nazionale prima dell’importante sfida di Nations League tra Italia e Ungheria.

Gli azzurri e i magiari si giocano il primo posto nel girone C, che vale la fase finale della competizione. “Sarà sicuramente una partita difficile.” –ha affermato ai microfoni Rai il giovane centrocampista del Sassuolo- “Giochiamo davanti a 60mila persone, loro saranno motivati ma noi vogliamo chiudere il girone al primo posto. Faremo di tutto per vincere”. Frattesi si dice ottimista dopo l’ottima prestazione contro l’Inghilterra, ora retrocessa in Lega B: “Abbiamo fatto una grande partita e dobbiamo riproporla anche oggi.

Aggressivi e compatti, queste saranno le caratteristiche della partita”. Il calciatore si è detto onorato di vestire la maglia della Nazionale italiana: “Provo grandissime emozioni. Per me è un privilegio giocare in Nazionale, come lo è per tutti”.

La formazione e le dichiarazioni di Mancini: “Sta a noi indirizzare la partita”

Nel pre-partita, il ct Roberto Mancini ha enfatizzato l’importanza della fame e della carica dei calciatori in campo: “Credo sarà una partita leggermente diversa rispetto a quella di Milano, starà a noi indirizzarla.

L’attitudine ad attaccare, per vincere bisogna attaccare. Il sistema conta ma dipende dalle caratteristiche dei giocatori, conta però di più l’attitudine buona, con la voglia di vincere“. Per quanto riguarda gli undici scelti dal commissario tecnico azzurro, si è optato per il 3-5-2. In porta c’è sempre Donnarumma, mentre la retroguardia è formata da Toloi, Bonucci e Acerbi. Al centro vi sono Di Lorenzo e Di Marco sulle fasce, con Barella, Jorginho e Cristante sulla mediana. In attacco spazio alla coppia inedita formata da Raspadori e Gnonto.