De Zerbi saluta lo Shaktar Donetsk, contratto risolto: “Gli auguriamo il meglio”

De Zerbi e Shaktar Donetsk, è addio: contratto risolto consensualmente. Il tecnico bresciano lascia la panchina del club ucraino.

Roberto De Zerbi ai saluti con lo Shaktar Donetsk: contratto risolto con il club ucraino. L’ex tecnico del Sassuolo lascia la panchina del club di Donetsk di comune accordo con la società: “Gli auguriamo successo nella sua futura carriera”

De Zerbi, contratto risolto con lo Shaktar Donetsk: “Gli auguriamo successo”

Finisce l’esperienza in Ucraina di Roberto De Zerbi. L’ex allenatore di Benevento Sassuolo lascia la panchina dello Shaktar Donetsk dopo una stagione.

Le due parti hanno optato di comune accordo per la risoluzione del contratto. Alla base della decisione c’è senz’altro l’instabilità e incertezza creata dalla guerra con la Russia, che ha portato alla sospensione del campionato ucraino e alla fuga di molti calciatori brasiliani di spicco verso altri lidi. Con una squadra ormai quasi smantellata, De Zerbi ha deciso di trovare fortuna altrove. Lo Shakhtar FC ringrazia Roberto De Zerbi e il suo staff tecnico per il lavoro svolto, la professionalità e i risultati raggiunti con la squadra.” -annuncia il club nel comunicato ufficiale- Ti auguriamo successo nella tua futura carriera, nuove vittorie e grandi risultati!“.

Il futuro di De Zerbi: dove allenerà in questa stagione?

Il futuro di Roberto De Zerbi è ora tutto da scrivere. Il tecnico bresciano sembra intenzionato a tornare ad allenare in Italia. Per il momento, tuttavia, non sembrano esserci panchine libere. De Zerbi rappresenterà senz’altro un’intrigante prospettiva, nel caso in cui un club di spicco sia costretto a correre ai ripari e a cambiare in corsa. Non è da escludere, tuttavia, che l’allenatore non si faccia tentare da un altra esperienza all’estero, se la situazione in Italia rimanesse troppo statica.

Nel corso delle sue tre stagioni in Serie A, il tecnico 43enne era riuscito a sorprendere con il gioco del suo Benevento, nonostante la retrocessione, e aveva ottenuto buoni risultati con il Sassuolo, chiudendo per due anni all’ottavo posto.