Vittorio Sgarbi non entra in Parlamento: sconfitto da Casini a Bologna

Vittorio Sgarbi non entra in Parlamento ed esce sconfitto da queste elezioni. Non sono serviti gli appoggi importanti.

Vittorio Sgarbi non entra in Parlamento: il famoso critico d’arte era candidato con il centrodestra nel collegio uninominale del Senato nella città di Bologna. Tuttavia, il suo sfidante era un nome importante nel mondo politico come Pier Ferdinando Casini.

Vittorio Sgarbi non entra in Parlamento

Vittorio Sgarbi esce sconfitto da queste elezioni e rimarrà fuori dalla formazione del nuovo Parlamento. Pier Ferdinando Casini (centrosinistra) infatti ha battuto il critico d’arte Sgarbi (centrodestra) a Bologna, nel collegio uninominale del Senato.

C’è stato un testa a testa fino all’ultimo con Casini che vince con il 40,07% delle preferenze a fronte del 32,32% di Sgarbi.

Sconfitto da Casini a Bologna

Dopo i risultati sono arrivate anche le parole di Sgarbi che a sorpresa ammette la sconfitta e si congratula con il suo avversario del centrosinistra. Evidentemente Casini è meglio di me. Potrà fare molto, come sempre ha fatto. Per Bologna e per l’Italia.

Come avevo desiderato, Senatore a vita. Amen” scrive su Twitter.

Non sono servite le parole di sostegno uscite pubblicamente verso Sgarbi da parte dei famosi attori Sergio Castellitto e Christian De Sica che attraverso dei filmati pubblicati sui social avevano invitato i cittadini a votare il critico d’arte.

 

LEGGI ANCHE: Berlusconi eletto al Senato vince nel collegio di Monza. Per Tajani “Forza Italia determinante per il governo”