Politics I pesci d'aprile dei politici mostrano che la sinistra è disperata

I pesci d’aprile dei politici mostrano che la sinistra è disperata

di Francesco Floris e Sara Greta Passarin

Grasse risate d’inizio aprile. Ma c’è ben poco da ridere. Con milioni di persone chiuse in casa da mesi, che perdono il lavoro o sono malate, l’intellighenzia politica del bel Paese al posto che discutere di questi temi e possibilmente offrire soluzioni, si diverte con il pesce d’aprile. Sembra uno scherzo, invece è tutto vero.

Ad aprire le danze è il segretario del Pd Enrico Letta che, dimenticandosi per un attimo di Ius Soli e identità del partito dem da ricostruire magari partendo con un tour per la penisola a conoscere i problema del Paese, nel profilo ufficiale ha preferito comunicare di aver nominato un delegato per le correnti. Il fortunato sarebbe l’attore Arnold Schwarzenegger, a cui Letta stringe forte la mano. Apriti cielo! A stretto giro infatti risponde Andrea Marcucci, capogruppo uscente al Senato, renziano (o ex?) di ferro, che non ha affatto apprezzato l’ironia. “Il gioco è simpatico, ma prima o poi nel Pd parleremo anche di lavoro, impresa e futuro o resteremo solo sul tema delle correnti?”. Lo stesso Marcucci che poche ore prima parlando di “lavoro e impresa” aveva contrastato l’ipotesi Letta candidato alle suppletive di Siena. “Deve essere il territorio a scegliere il candidato”. Il collegio di Siena. Un tema che scalda il cuore dell’elettorato. Sipario.

Passiamo a Milano e in Lombardia. Nel giorno in cui Assolombarda – la Confindustria locale, non esattamente un sindacato rosso – comunica che in città nel 2020 ben 50mila persone hanno smesso di cercare lavoro, poco prima di pranzo a colorare il pesce d’aprile ci pensa Giuseppe Civati. “Pippo” il fondatore di Possibile in un tweet dice di volersi candidare alla presidenza della Regione Lombardia. Che fosse uno scherzo lo si capisce sin dai primi istanti, con l’esclusione di qualche politico a caccia d’autore. Le reazioni al tweet? Non si contano i seguaci di Civati che lo implorano: “Ti prego Pippo dimmi che è vero” e in quattro e quattr’otto si sono offerti per candidarsi con lui e sfidare lo strapotere leghista in Lombardia. Dimostrazione plastica, una volta di più, di una sinistra disperata che non sa che pesci pigliare – è il caso di dire.

A Milano a dare un po’ di spettacolo ci ha pensato anche l’avvocato Mirko Mazzali. Il delegato alle periferie del sindaco Beppe Sala, probabilmente incuriosito dalle reazioni, ha fatto girare su facebook il post dove si annuncia una sua ricandidatura alle comunali del 10-11 ottobre 2021, dopo nemmeno due mesi dall’addio alla politica. Smentita anche questa, ma tanto è basso il livello della campagna elettorale nella città più ferita dalla pandemia che qualcuno aveva creduto a una (ri)discesa in campo dell’ex Sel.

E come potevano mancare in questo elenco le sardine, pesci a loro a volta? Vere specialiste negli scherzi dal dubbio gusto dopo la finta foto al Nazareno di Mattia Santori, A Torino dove il centrosinistra per le comunali sta ancora litigando sul nome da schierare, il gruppo ha annunciato di voler proporre un sindaco. Risultato? La sinistra sabauda per tutta la giornata è andata in ebollizione. Lo scherzo “voleva solo essere da stimolo” hanno poi spiegato, anche se “la reazione alla nostra provocazione ci ha stupiti oltre ogni immaginazione”.

Andando avanti così, però, il pesce d’aprile glielo daranno gli elettori alla prossima tornata elettorale. Perché prima o poi si tornerà alle urne, per chi se lo fosse scordato.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Temptation Island, ultima puntata: come vederla, chi sono i finalisti, anticipazioni

Martedì 27 luglio andrà in onda in prima serata l'ultima puntata di Temptation Island. Come vederla, chi sono i finalisti e le anticipazioni.

Sfruttamento di manodopera straniera nell’azienda Grafica Veneta

Sfruttamento di manodopera straniera nell'azienda Grafica Veneta di Trebaseleghe in provincia di Padova nel Veneto. 11 gli arrestati

Cos’è il semestre bianco e perché è importante

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sta per entrare nel suo "semestre bianco". Ma cos'è e perché è importante?

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Cuba e Haiti, Venezuela e Colombia: l’America Latina in fiamme. L’estate rovente tra crisi e fermento sociale

Nei paesi del Sud America come Argentina, Cuba, Haiti, Venezuela e Colombia la crisi non si placa. E c'è il rebus Usa-Biden

Csm e magistratura, il pm Paolo Storari paga per tutti. Ma la vera storia è quella del “cesto di mele marce” di Di Pietro

Mario Chiesa diceva a Di Pietro: io sono la mela marcia? Ora le racconto il resto del cestino. Un'immagine perfetta di cosa sta accadendo in Procura a Milano e fra le toghe di mezza Italia

Inchiesta appalti negli Hotel, il sistema delle “società serbatoio”. Gip convalida sequestro da 22 milioni

Il Gip del Tribunale di Milano ha deciso di convalidare il sequestro di 22 milioni di euro a carico del gruppo Cegalin-Hotelvolver

Comunali Milano 2021, nella città simbolo del Covid è caccia al “professionista della salute” da candidare

Dopo l'arrivo del Covid crescono i medici che puntano ad entrare in politica (perchè la politica li cerca). L'esempio più lampante? Milano

Omicidio Voghera, cosa è successo in 10 anni con le armi: ecco quante sono le licenze in Italia e chi le possiede

Omicidio Voghera, il tema delle armi in casa torna d'attualità. Chi abita nei piccoli centri più propenso a dotarsi del porto d'armi