Politics “Una casa per i riformisti”. La chiamata di Italia Viva parte da...

“Una casa per i riformisti”. La chiamata di Italia Viva parte da Milano

Di Gianluca Pomo e Lucia Caridi, coordinatori Italia Viva Provincia di Milano

Immaginare uno scenario politico nazionale più fluido di quello che si sta delineando, sarebbe stato impensabile fino a qualche mese fa. Un panorama nel quale i grandi partiti a vocazione maggioritaria cercano una nuova identità che permetta loro di galleggiare, con giravolte e alleanze che rischiano di confondere l’elettorato ma che permettono la loro sopravvivenza al di là delle idee e dei contenuti che dovrebbero caratterizzarli. In questo riassetto globale dell’offerta politica, crediamo sia maturo il tempo di immaginare una nuova casa per i tanti, tantissimi elettori che non si sentono rappresentati dalle grandi coalizioni dall’identità opaca. Un’area politica nuova, francamente riformista e saldamente europeista, un cantiere da realizzare insieme alle molteplici forze civiche che da anni agiscono come eccellenze nella vita pubblica delle nostre città, anche e soprattutto nella nostra Area Metropolitana Milanese.

Abbiamo visto quanto sia fondamentale l’apporto di bravi sindaci, degli amministratori locali capaci che puntino al rinnovamento delle proprie città, che intendano la loro missione come fine ultimo in favore del cittadino e che ci hanno dato prova, nell’ultimo durissimo anno, di come si possa combattere in primissima linea una pandemia devastante che ha tentato di mettere in ginocchio proprio le nostre città. E ve lo scriviamo noi da Milano e da una provincia martoriata nella sua anima più intrinseca, quella produttiva e con lo sguardo sempre teso al futuro.

Riteniamo quindi che sia naturale che una forza politica come Italia Viva, nata dai Comitati di Azione Civile, lanciati alla Leopolda del 2018, e che trova nel più intimo e profondo significato di riformismo le sue radici, possa essere promotrice e massimo sponsor di un’alleanza che muova i primi passi attraverso il dialogo con le forze politiche europeiste, liberali, democratiche, anti populiste e che non prescinda da quelle forze civiche che il nostro territorio alimenta ogni giorno. Pensiamo certamente agli amici di +Europa, così come a quelli di Azione, del Psi, dei Civici Lombardi, dell’ala più moderata di Forza Italia (perché no?) e a tutti quegli amministratori locali che pensano alle città del futuro immaginandole già ora, come prerogativa inappellabile del buon riformista. In fondo, se non ora, quando? 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Covid e patologie cardiovascolari. Battistina Castiglioni ne parla a The True Show

Come ha reagito la rete cardiologica alla pandemia Covid? La dottoressa Castiglioni, consigliere nazionale GISE, a The True Show

Anemia falciforme, gli esperti a confronto

Tremila casi in Italia ma è la punta dell'iceberg: la dottoressa Erica Daina e la professoressa Maria Domenica Cappellini spiegano cosa serve dal lato terapie e organizzazione contro la malattia rara causata da una mutazione genetica ereditaria

Rsa, il piano Regione-Finlombarda contro la crisi delle strutture

Fino a tre milioni di euro di garanzie da Regione Lombardia. Dentro al piano da 30 milioni di euro gestito da Finlombarda spa – il braccio finanziario della Regione – che in qualità di intermediario finanziario assicurerà il “sostegno del fabbisogno di liquidità” alle Residenza Sanitarie Assistenziali (Rsa) no-profit accreditate con il sistema sanitario regionale

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Antonio Barbato rinviato a giudizio

L’ex comandante della polizia locale Antonio Barbato è stato rinviato a giudizio nel procedimento aperto contro di lui per falso ideologico e frode in pubbliche forniture. Una vicenda processuale che si riferisce a fatti del 2015

Nel mondo “chiuso” della Società del Giardino c’è un nuovo presidente: Fiori

Tornare alla tradizione. Pare questa la parola d'ordine del nuovo presidente della Società del Giardino, Lorenzo Fiori

Silenzi Pd sull’addio di Gentili, il consigliere rompiballe che segue i soldi di Milano

Il Pd decide di non ricandidare a Milano il presidente della Commissione Antimafia, David Gentili. C'entrano qualcosa le sue domande scomode per la città?

Berlusconi, da drago a cui si offrono le vergini a statista (in ospedale)

Silvio Berlusconi sorprende ancora. Per 20 anni abbiamo sbagliato tutto o il panorama attuale è così desolante da far rimpiangere il passato?

Politici e social network, la top 10 dei più seguiti in Italia e nel mondo

L’avvento dei social network ha modificato radicalmente il rapporto tra la politica e i cittadini. Negli ultimi anni, in maniera esponenziale, i...