Politics Giustizia in tilt sulle spalle dei giovani avvocati

Giustizia in tilt sulle spalle dei giovani avvocati

Dice l’avvocato Mirko Mazzali, volto noto in tribunale e nella sinistra milanese: “Al Tribunale dei minorenni dopo 8 mesi dalla pandemia fissano 4 udienze tutte alle 12, causando ritardi e molte persone che aspettano. Ma di cosa stiamo parlando?”. Stiamo parlando del cortocircuito politico-giudiziario. Quello vero, per una volta. È andata in tilt la macchina della giustizia più di altre pubbliche amministrazioni come università, catasto, anagrafe, che pure fra mille difficoltà stanno rispondendo alle esigenze dei cittadini nei mesi della pandemia e dei lockdown (più o meno light). E se gli avvocati con un nome si lamentano, chissà cosa dovrebbero dire i giovani praticanti? L’esercito che attende l’Esame di abilitazione alla professione forense. Per mesi si è fatto finta che non stesse accadendo nulla e quindi, per esempio a Milano, a dicembre erano previste in Fiera le prove scritte con migliaia di candidati. Chi salta il turno – magari per ragioni di sicurezza, propria, degli altri o della propria famiglia – rimane nel limbo del praticantato. Che senza troppe speculazioni su prestigio e deontologia è prima di tutto un problema economico visto che ai giovani lavoratori del settore nel 90 per cento dei casi è garantito solo un rimborso spese. A Milano intorno ai 450-500 euro mensili. La soluzione trovata? Rinviare tutto. A quando? Chi lo sa.

Il 10 novembre 2020 il Ministero della Giustizia conferma il differimento delle prove scritte a date da destinarsi che saranno individuate il 18 dicembre in Gazzetta ufficiale. Probabile scelta la primavera 2021. Senza cambiare le modalità di svolgimento degli scritti (penale, civile e atto), semplicemente spostando in là nel tempo. È il “wishful thinking” che domina in via Arenula, convinti forse che a marzo 2021 il Covid sarà sparito. I praticanti infuriati scrivono ai consigli degli ordini delle rispettive città. Per ora hanno incassato l’appoggio solo di Genova. Legittimo il sospetto che per gli studi legali pagare 500 euro al mese una persona con anni di esperienza alle spalle non sia poi cosi male. Cosa chiedono i giovani professionisti? Di ottenere un esame orale abilitante per la professione, come già avviene per le altre (commercialisti, architetti, ingegneri). Gli è stato risposto che per un avvocato è fondamentale saper scrivere. Mentre un ingegnere, invece, quando progetta un ponte lo fa declamando i versi dei capitolati d’appalto ad alta voce

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Hotelturist, come vivere una vacanza indimenticabile

Conoscere nuovi posti e assaporare prelibatezze culinarie, tutto da vivere in luoghi magici e soprattutto accoglienti. Hotelturist, società operante nel settore alberghiero, è attiva...

Valvitalia, la società italiana di valvole che compete con le multinazionali straniere

Attiva nel settore delle valvole, Valvitalia è la società italiana che fa concorrenza alle grandi aziende americane

Rocco Forte Hotels, hotellerie di lusso: un affare di famiglia

Dodici alberghi cinque stelle lusso sparsi nel mondo e oltre 200 milioni di sterline di fatturato l’anno. Rocco Forte Hotels è un gigante dell’hotellerie...

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Fontana, la pandemia e la lezione da impartire a chi non la pensa come te

Ieri ho appreso una lezione. In effetti, non ci voleva molto, ma è sempre importante ricordarsi qual è il mondo con cui...

“Negli Stati Uniti in due ore ti fai il vaccino: basta il passaporto”

"Ciao a tutti, ho appena fatto il vaccino in farmacia qui a New York, una farmacia che non è un centro specializzato...

Esame Avvocato: caos al software Ministero, le promesse infrante della Cartabia

Migliaia di dati in fuga e privacy violata dal sistema di via Arenula. I praticanti: "Sono di Milano, mi convocano a Catanzaro con un altro nome"

Antonio Barbato rinviato a giudizio

L’ex comandante della polizia locale Antonio Barbato è stato rinviato a giudizio nel procedimento aperto contro di lui per falso ideologico e frode in pubbliche forniture. Una vicenda processuale che si riferisce a fatti del 2015