Chi è Augusta Iannini: biografia, curriculum e stipendio della moglie di Bruno Vespa

Chi è Augusta Iannini: moglie del conosciuto giornalista e conduttore Bruno Vespa, ha importanti incarichi in ambiente giuridico.

Chi è Augusta Iannini: è la moglie del giornalista e conduttore Bruno Vespa, ma è conosciuta in particolare in ambienti giuridici per la sua esperienza e i suoi prestigiosi incarichi professionali.

Chi è Augusta Iannini: biografia

Augusta Iannini è nata a L’Aquila il 20 gennaio 1950 ed è sposata con Bruno Vespa nel 1975. I due sono molto diversi e così come hanno spesso ammesso, la loro storia sembra sia nata da una collaborazione che avvenuta nel mondo degli affari.

La coppia ha avuto due figli: Federico, giornalista di RTL 102.5 e Alessandro, avvocato.

La Iannini si è laureata in giurisprudenza presso l’Università degli Studi “La Sapienza” con Tesi sui “limiti penali al diritto di cronaca giudiziaria”. Tra il 1980 e il 1983 è stata magistrato di sorveglianza sulle carceri, poi giudice istruttore del Tribunale di Roma. Nel 2012 la moglie di Vespa è diventata vice presidente dell’Autorità Garante. Augusta Iannini ha ricevuto anche diversi premi, tra cui Cavaliere dell’Ordine della Legion d’Onore (nel 2009).

E ancora il Premio Bellisario per la Giustizia e il Minerva alla carriera.

Augusta Iannini: curriculum

Il curriculum della moglie di Bruno Vespa è tutto incentrato su materie ed ambiti giuridici. In magistratura dal 30 dicembre 1977, dopo aver superato l’esame per l’abilitazione alla professione forense. Pretore mandamentale a Spilimbergo (PN). 1980/1983 – Magistrato di sorveglianza della Corte d’Appello di Roma per gli istituti penitenziari di Regina Coeli, Rebibbia Femminile, Rebibbia Reclusione e Civitavecchia.

1983/1990 – Giudice al Tribunale di Roma prima alla seconda sezione del Tribunale Penale di Roma e poi all’Ufficio Istruzione. 1990/2001 – Giudice istruttore e Giudice per le indagini preliminari.

L’impegno qualitativo e quantitativo nel lavoro svolto in quegli anni è riconosciuto in due elogi del Presidente del Tribunale. Ha trattato procedimenti per reati contro la pubblica amministrazione, contro il patrimonio (in danno di società del gruppo IRI) e per bancarotta fraudolenta (es.

assicurazione “Tirrena”), per reati associativi (come, ad esempio l’ indagine sulla cosiddetta “massoneria deviata”).

Ha tenuto conferenze per corsi di specializzazione organizzati dall’Istituto di Medicina Legale dell’Università di Tor Vergata, dal Consiglio dell’Ordine dei dottori commercialisti, dalle Università Luiss e Roma Tre. Giugno 2001 è stata collocata fuori dal ruolo organico della Magistratura per essere destinata al Ministero della Giustizia.

Stipendio della moglie di Bruno Vespa

Lo stipendio della Iannini è anche frutto dell‘attività imprenditoriale che condivide con il marito.

Bruno e Augusta hanno espanso i loro affari aprendo un ristorante in Puglia, a Manduria (Santa Chiara a Li Reni ), dove già gestivano una masseria.

Il conduttore di Porta a Porta ha anche dedicato un vino alla moglie: Il vino ‘Donna Augusta’ non è propriamente un regalo”, ha spiegato Vespa in un’intervista al Messaggero. “Direi che è piuttosto un risarcimento. Augusta si è molto impegnata per la masseria. Si è trasferita in Puglia, a Manduria, per seguire i lavori.

E poi, in tutti questi anni, aveva scelto i nomi dei vini, ‘Raccontami’, ‘Noi tre’ dedicato a me e ai nostri figli, Alessandro e Federico, c’è persino un passito che porta il nome del nostro cane, ‘Zoe’. Per lei niente. Non era giusto”.