Live

Bonus Mobilità, click day caos: sito in down, poi coda da 500mila persone

Via al Bonus Mobilità. Ma il sito crolla dopo nemmeno un minuto. Per chi da martedì 3 novembre ha acquistato o intende acquistare una bicicletta e vuole richiedere il bonus sul sito www.buonomobilita.it con l’applicazione predisposta dal Ministero dell’Ambiente, una cattiva sorpesa. Ed è meglio che per ora non vada troppo veloce. Né in bici, né in monopattino. Il sito, appena varato, è andato in down e non ha risposto agli utenti.  già dal primo giorno di messa online.  Poi si è sbloccato, consentendo a tanti di prendere il “numeretto” virtuale. Ma con il passare delle ore la coda ha assunto dimensioni impressionanti e connettendosi poco dopo le 11.30 ci si trova con quasi 500mila persone davanti, come riferiscono le agenzie. E facendo un rapido calcolo, con 500 euro a disposizione per ognuno, è facile capire come teoricamente i soldi stanziati sarebbero già finiti.

Del resto tanti nutrivano dubbi sulla modalità scelta del click day. Per chi pensava di presentare la domanda e ottenere fino a 500 euro di rimborso o di sconto sull’acquisto del mezzo, anche con pedalata assistita, o di altri mezzi di micromobilità elettrica come monopattini, segway, hoverboard o servizi di mobilità condivisa, c’è già una prima grana da risolvere.

Insomma al governo Conte non ne va bene una. Almeno con l’informatica e la digitalizzazione della pubblica amministrazione. Fra il caos – comprensibile in realtà – creato al sistema Inps nei primi giorni di aprile per processare le milioni di prestazioni di welfare predisposte causa covid, fino all’app Immuni che tutti devono scaricare per combattere la pandemia ma non funziona, ora è il turno della mobilità. La procedura già di per sé non è super snella: per ottenere il rimborso o il buono digitale è necessario registrare anche i dati del conto corrente bancario. Inoltre, per quel che riguarda coloro che hanno già effettuato l’acquisto, fa fede la data di inserimento della domanda e non quella dell’emissione dello scontrino.

La domanda per ottenere il bonus bici può essere presentata dai maggiorenni residenti nei capoluoghi di Regione e Provincia, nei comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto di 50 mila abitanti) e nei comuni con più di 50 mila abitanti. Per concedere il bonus, il governo ha stanziato sin qui 210 milioni di euro: il Ministero dell’Ambiente, però, vorrebbe inserire nuovi fondi nella prossima legge di bilancio.

Il governo prova a correre sui provvedimenti. Ma che ci fosse bisogno di un limite all’esuberanza degli avventori dei monopattini di ultima generazione, che sfrecciano a 25 km orari per le strade di Milano o Roma, è vero. Con il sito in down il problema è stato risolto alla radice.

I COMMENTI E LE REAZIONI

D’Attis (Forza Italia): “Servono lavoro e salute, non monopattini”

“Il bonus mobilità, ultima trovata con cui il governo pensa di risollevare il Paese dall’emergenza Covid, ricorda il click day dell’Inps. Per ottenere il buono attraverso la piattaforma web, attiva da oggi e già in crash, occorre fare una corsa contro il tempo, sembra un percorso a ostacoli, peraltro non semplice soprattutto per i meno pratici, fino alla vittoria finale del bonus e finché saranno disponibili i fondi”. Lo afferma, in una nota, Mauro D’Attis, deputato di Forza Italia. “Il governo sta umiliando gli italiani, ridotti a mettersi in fila in sale di attesa virtuali per ottenere l’incentivo. Al posto di pensare ai monopattini l’esecutivo avrebbe dovuto concentrare le energie e le risorse sul sostegno alle imprese, che danno lavoro ai cittadini, sul rafforzamento degli ospedali, che sono infatti di nuovo in affanno. Servono serietà, concretezza e lucidità, l’Italia vuole salute e lavoro, non mezzi alternativi di trasporto”, conclude.

Meloni: “Governo su un’altra dimensione”

“La risposta del governo alle imprese e ai cittadini disperati? Il click day per il monopattino scontato. Mentre viviamo in una delle peggiori crisi degli ultimi tempi, il governo sperpera i soldi della collettività per ingrassare qualche azienda cinese. Questi signori vivono totalmente in un’altra dimensione”. Lo scrive su facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.