Politics “200mila posti di lavoro”. Ecco Giovanni, il “codista” che imita Berlusconi e...

“200mila posti di lavoro”. Ecco Giovanni, il “codista” che imita Berlusconi e si candida sindaco

di Francesco Floris

Dopo Paolo Polli, il capopopolo dei ristoratori di Milano inseguito da donne e fisco, a cui True-News ha dedicato un ritratto, c’è un altro volto fra gli outsider che si affaccia nella corsa elettorale per Palazzo Marino. Centrodestra e centrosinistra, per ora, fanno una campagna elettorale a basso ritmo cardiaco. Ma lui no. “Duecentomila posti di lavoro a Milano” è la promessa di Giovanni Cafaro, candidato sindaco della lista civica indipendente “Movimentiamoci Insieme”. Una promessa che ricorda il contratto con gli italiani vergato da Silvio Berlusconi nel 2001 sulla scrivania di Porta a Porta. Il Cavaliere prometteva un milione di posti di lavoro, Cafaro garantisce 200mila posti solo in città. Come? Il presidente del “Movimento Disabili articolo 14” che vive nel quartiere Adriano, nonché ex “codista” di mestiere (la figura professionale che fa le code agli uffici pubblici al posto degli utenti, dietro piccola remunerazione) dice che creerà una valanga di posti di lavoro usando i due miliardi di euro che ogni anno aziende ed enti pubblici pagano come sanzioni in Lombardia per non assumere dei disabili, come prevede la legge. La vecchia storia delle multe per le categorie protette. Quello che forse Cafaro non sa è che il sindaco di Milano non può decidere come destinare fondi regionali, men che meno in una sola città. Forse ignora anche il fatto che la stima di due miliardi di euro all’anno è esagerata. O che – se fosse vera – quei soldi sono vincolati: servono all’inserimento lavorativo dei diversamente abili, non di tutti i lavoratori.
Ma il programma del laureato in Scienze della Comunicazione e con un master in Bocconi non si ferma qua: i suoi volantini (a proposito: date a un grafico a quest’uomo!) affollano i bar (chiusi) e i tabacchi (aperti) di Milano. Traffico e mobilità? Cancellazione delle aree a pagamento B e C e cancellazione di tutte le tasse su automobili e motociclette in ingresso a Milano – dice Cafaro. Sanità? Anche questa non dipende da lui ma annuncia che tutte le visite mediche “per i cittadini milanesi non potranno superare i tre mesi dalla data di prenotazione”. Per legge. E solo per i milanesi. Se siete di Rozzano o Cinisello Balsamo e volete farvi curare all’ospedale Sacco potete tranquillamente attendere un anno e mezzo. Magari in coda sulle tangenziali. Quartieri? Eliminare fino al giugno 2022 il pagamento dell’occupazione suolo pubblico e della Tari per tutte le attività commerciali, compresi gli ambulanti. Un modo per “valorizzare i mercati rionali”. Abolirebbe anche l’Ici se potesse. Ma c’è già chi ci ha pensato.
Palazzo Marino? Tre sono i nuovi assessorati per la ventura giunta Cafaro. Tutti molto orwelliani. Assessorato a “Sanzioni, Lavoro per Giovani disoccupati e Partite Iva”. Uno per “Disabilità e Barriere Architettoniche”. Ma colpisce soprattutto quello con deleghe “Anziani, Servizi sociali, Rsa e Parenti”. Parenti. La speranza della lista civica è che ne abbia parecchi. Ultimo atto del programma elettorale? “Darò a tutti i milanesi proprietari di cani e gatti la possibilità di due lavaggi gratuiti ogni anno”. Non è chiaro se il lavaggio gratis è per i cani. O per i proprietari. Urge un chiarimento.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Semestre bianco: cos’è, quando inizia e cosa significa per Sergio Mattarella

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sta per entrare nel suo "semestre bianco". Ma cos'è e perché è importante?

F1, Sebastian Vettel penalizzato per la maglia arcobaleno: la protesta del pilota contro la legge anti-Lgbtq+ in Ungheria

Vettel, il pilota della Ferrari, è sotto investigazione per non aver rispettato le procedura del pre-gara del Gran Premio in Ungheria.

Vanessa Ferrari, quando gareggia: data, ora, come vedere la diretta tv della finale delle Olimpiadi Tokyo 2021

Vanessa Ferrari è arrivata in finale di corpo libero alle Olimpiadi di Tokyo 2021. Proverà a vincere la medaglia d'oro olimpica.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Cardinale Becciu, via al processo in Vaticano. Il quadro dello scandalo finanziario e le conseguenze della riforma del Papa

Caso Becciu, per la prima volta in Vaticano un cardinale è processato da laici. Segno che la resa dei conti è arrivata

Giuseppe De Donno, il dottore ucciso da invidia e interessi di parte

Un medico che ha messo sempre il paziente prima di tutto. E per questo è stato infangato da luminari colleghi e detrattori

Csm e magistratura, il pm Paolo Storari paga per tutti. Ma la vera storia è quella del “cesto di mele marce” di Di Pietro

Mario Chiesa diceva a Di Pietro: io sono la mela marcia? Ora le racconto il resto del cestino. Un'immagine perfetta di cosa sta accadendo in Procura a Milano e fra le toghe di mezza Italia

Inchiesta appalti negli Hotel, il sistema delle “società serbatoio”. Gip convalida sequestro da 22 milioni

Il Gip del Tribunale di Milano ha deciso di convalidare il sequestro di 22 milioni di euro a carico del gruppo Cegalin-Hotelvolver

Comunali Milano 2021, nella città simbolo del Covid è caccia al “professionista della salute” da candidare

Dopo l'arrivo del Covid crescono i medici che puntano ad entrare in politica (perchè la politica li cerca). L'esempio più lampante? Milano