Live

Salute Direzione Nord 2021, rivedi l’evento: VIDEO

È da una svolta, un “turning point”, che parte l'undicesima edizione di Salute Direzione Nord: raccontare un cambiamento culturale nella percezione della Salute. Come? “Da costo a valore sociale”. Sette panel di approfondimento, 50 ospiti che si alterneranno in momenti di riflessione “politica” e incontri “tecnici” con aziende e stakeholders

È da una svolta, un “turning point”, che è partita l’undicesima edizione di Salute Direzione Nord, venerdì 28 maggio alla Fondazione Stelline: raccontare un cambiamento culturale nella percezione della Salute. Come? “Da costo a valore sociale”. 

Sette panel di approfondimento, 50 ospiti che si sono alternati in momenti di riflessione “politica” e  incontri “tecnici” con aziende e stakeholders. Senza nessun tipo di schieramento ideologico ma con un obiettivo ben preciso: dare spazio alle “persone che hanno qualcosa da dire“, così com’è nel claim di Direzione Nord fin dal suo avvio, nel 2017. Da allora ad oggi tutti i protagonisti milanesi, lombardi, governativi e non, hanno trovato spazio per dibattere e confrontarsi. Dai governatori Attilio Fontana, Roberto Maroni, Massimiliano Fedriga, Giovanni Toti a Matteo Salvini e Gian Marco Centinaio, da Erika Stefani a Enrico Letta; i pm Paolo Ielo e Alberto Nobili, il comandante della GdF Cosimo Di Gesù.

“Direzione Nord” perché si parte dalla Regione Lombardia, dove negli ultimi mesi si è assistito anche a un cambiamento di gran parte degli attori del Sistema Salute. “Oltre a cambiare la percezione, questa pandemia ci ha spinto a ripensare i modelli e i sistemi organizzativi per la presa in carico dei pazienti –ha spiegato il presidente dell’Associazione Amici delle Stelline, Fabio Massa, fondatore dell’evento e autore del libro Fuga dalla città (in cui si affrontano i temi della salute e del cambiamento che la pandemia ha portato nella società) – puntando a una rete sempre più solida tra l’ospedale e il territorio che può fare la differenza in termini di prevenzione, diagnosi e accesso al trattamento. Un modello di salute che non guarda solo al corpo, ma anche alla mente, laddove la salute mentale rischia di diventare la seconda pandemia mondiale, con effetti acuti e di lungo periodo sulla popolazione”. 

Una medicina sempre più vicina al paziente, fino al suo domicilio, per coinvolgere i fragili nel processo di cura e nella gestione della propria patologia, con un approccio “value based” che non dimentichi i passi avanti fatti in termini di telemedicina e sviluppo tecnologico. 

E se il pubblico, con il ripensamento delle leggi e del sistema sociosanitario, si sta muovendo in questo senso, quale il ruolo che spetta al privato? Quali sinergie virtuose possiamo immaginare per il futuro? Nel tentativo di dare una risposta a questa domanda, e a tutte le altre, si è aperta la nuova edizione di Salute Direzione Nord – Turning Point.

Ancora una volta presso la Fondazione Stelline, ancora una volta senza pubblico (purtroppo), ancora una volta per un dialogo aperto tra tutti gli attori del Sistema.

PROGRAMMA-SALUTE-DIREZIONE-NORD-28-MAGGIO-2021Download

Salute Direzione Nord, rivedi l’evento: video

Salute Direzione Nord, i panel di approfondimento

IL VACCINO, UNO SFORZO COMUNE– I lavori si sono aperti alle ore 09:30 con il saluto istituzionale di PierCarla Delpiano Presidente Fondazione Stelline, a cui è seguito uno speech introduttivo di  Attilio Fontana, Presidente Regione Lombardia. Successivamente i relatori si sono confrontati sull’importanza della collettività di fare insieme uno sforzo comune per partecipare alla più grande campagna di vaccinazione massiva della storia mondiale e per fare il punto sull’effettivo “funzionamento” del rapporto Stato-Regione e Pubblico-Privato per produrre in autonomia e non arrivare impreparati alla prossima pandemia. Gli ospiti al dibattito:  Mariastella Gelmini, Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie; Pierpaolo Sileri, Sottosegretario al Ministero della Salute; Letizia Moratti, Vicepresidente e Assessore al Welfare, Regione Lombardia; Enrico Pazzali,  Presidente Fondazione Fiera Milano; Guido Guidesi,  Assessore allo Sviluppo Economico, Regione Lombardia; Massimo Scaccabarozzi,  Presidente Farmindustria; Giuseppe Banfi, Fondazione Cariplo; Giuliano Rizzardini,  Direttore Dip. Malattie infettive ASST Fatebenefratelli Sacco Polo Universitario Milano; Antonio Spera, Amministratore Delegato General Electric Healthcare.

DIPENDENZE, PIANO DI SALVATAGGIO URGENTE– Alle 11:30 una nuova tavola rotonda con ospiti: Emanuele Monti, Presidente Commissione Salute, Regione Lombardia;  Tiziana Mele, Amministratore Delegato Lundbeck Italia;  Mauro Emilio Percudani Direttore Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze, Niguarda;   Laura Parolin, Presidente ordine psicologi Lombardia;  Cristina Colombo, Primario dell’Unità Disturbi dell’Umore dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano e docente ordinario di Psichiatria all’Università Vita-Salute San Raffaele. Un incontro per discutere sulla necessità di un piano di salvataggio urgente, una sorta di recovery plan che tenga conto delle fasce più deboli della società per assicurarsi che nessuno venga lasciato indietro.

RIPENSARE LA SANITÀ, SVOLTARE PER RITORNARE ECCELLENTI–  Alle 12.30 il terzo incontro: al centro delle riflessioni dei partecipanti il valore dell’innovazione e gli impatti in termini di salute e di efficienza per i sistemi sanitari regionali. Gli interventiGiovanni Pavesi, Direttore Generale Welfare Regione Lombardia, Stefano Carugo, Direttore cardiologia Ospedale Policlinico di Milano; Francesco Maisano, Direttore Cardiochirurgia Ospedale San Raffaele, Milano;  Roberta Busticchi, General Manager Abbott Structural Heart; Paolo Fiorina, Presidente SID Lombardia, Direttore Responsabile Malattie Endocrine e Diabetologia Fatebenefratelli; Giancarlo Pruneri, SC Anatomia Patologica Fondazione IRCSS Istituto Nazionale Tumori, Milano.

RIPENSARE LA SANITÀ, RIPARTIRE DALLE BASI DEL SISTEMA- Alle 14:00 si è fatto il punto della situazione alla luce di quanto avvenuto dall’inizio della pandemia ad oggi, sulla base della considerazione che il Covid-19  ha, per sempre, messo in discussione tutto. Bisognerà ripensare a tutto per ricostruire l’eccellenza, a partire dalla riforma della sanità territoriale in Regione Lombardia, per ripiantare i pilastri dei sistemi sanitari regionali, anche di quelli che erano presentati come “eccellenze globali”. Ospiti al dibattito: Alfredo Robledo, Consulente giuridico dell’Assessorato al Welfare, Regione Lombardia; Mario Minola, Direttore Generale Welfare Regione Piemonte;  Annarosa Racca, Presidente Federfarma Lombardia; Pierangelo Clerici, Presidente AMCLI; Riccardo Caccialanza, Responsabile Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica, Direzione Medica di Presidio, Policlinico San Matteo Pavia; Carlo Gabelli,  Direttore CRIC, Centro Regionale Invecchiamento Cerebrale, Azienda Ospedale Università di Padova.

RIPENSARE LA SANITÀ, IL CAMBIO CULTURALE PER VALORIZZARE I SERVIZI AL PAZIENTE- Alle 15:00 si è discusso dell’individuazione dei  nuovi strumenti per uno sviluppo competitivo dell’Ecosistema Salute, dalla telemedicina alla presa in carico del paziente, con Alessandro Stecco, Presidente Commissione Salute, Regione Piemonte; Brunello Brunetto, Presidente Commissione Salute, Regione Liguria; Simona Tironi, Vicepresidente Commissione Salute, Regione Lombardia; Battistina Castiglioni GISE Lombardia; Furio Zucco,  Presidente Associazione Scientifica Science and Therapy e Presidente Associazione Presenza Amica Onlus; Luigi Mazzei, Country Manager Edwards Lifesciences.

PROGETTARE LE CITTÀ DELLA SALUTE, DOPO IL COVID– Alle 16:00 si è tenuto un focus sulle città che hanno subito gli effetti della pandemia e, allo stesso modo di chi ha contratto il Covid-19, si sono ammalate e devono guarire, per questo serve una nuova politica per portare la medicina nei territori e la salute a casa di ognuno, a partire dalle case popolari. Interventi di: Pietro Foroni, Assessore al Territorio e Protezione Civile Regione Lombardia; Fabiola Bologna, XII Comm.Affari Sociali, Camera dei Deputati; Giuseppe Bonomi, Amministratore Delegato Milanosesto; Elena Bottinelli, AD IRCCS Ospedale San Raffaele e IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi; Angelo Sala,  Presidente Aler Milano; Mariuccia Rossini,  Presidente Over; Rosaria Iardino,  Presidente Fondazione The Bridge.

IL RUOLO DEL TERZO SETTORE, IN EPOCA COVID- Alle ore 17:00 gli interventi di Alessandra Locatelli, Assessore Famiglia e Politiche sociali, Regione Lombardia; Andrea Gori, Presidente ANLAIDS Lombardia; Elisabetta Iannelli, Segretario Generale FAVO; Valerio Canzian, Presidente U.R.A.S.A.M.; Maria Luigia Mottes, Presidente A.D.P.Mi; Tamara Grilli, Consigliere Nazionale FAND per la Lombardia; Annalisa Scopinaro, Presidente UNIAMO. 

La kermesse degli Amici delle Stelline – fondata da Fabio Massa – è organizzata da Inrete Srl e Fondazione The Bridge, con il patrocinio di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo.