Massimo Lombardo: “Per l’ospedale di Brescia innovazione e continuità”

L'applicazione della legge di riforma va di pari passo con gli investimenti che trasformeranno il volto degli Spedali Civili di Brescia

L’applicazione della legge di riforma va di pari passo con gli investimenti che, in dieci anni, trasformeranno il volto degli Spedali Civili di Brescia. 500 milioni di finanziamenti sono previsti dalla giunta regionale per l’ospedale pubblico, dalla storia lunghissima: “Una bellissima sfida che coniuga innovazione e continuità“, ha commentato Massimo Lombardi, Direttore Generale ASST Spedali Civili di Brescia durante la seconda tappa di del roadshow Salute, un bene del territorio.

I presidi territoriali e il futuro della sanità“, promosso da Federfarma Lombardia, in collaborazione con Inrete.

Tra gli obiettivi che Lombardo si pone ci sono “la revisione del percorso del paziente acuto. Questi investimenti avranno prevalenza su questa parte della patologia. Ma ci permetteranno di agire anche in altri campi”.  “I due anni di pandemia hanno dimostrato che la sinergia tra tutti i soggetti che si occupano di welfare è fondamentale.

Con la riforma, abbiamo ora l’opportunità di misurarci con una nuova sfida: l’integrazione tra ospedale e territorio”, ha concluso Lombardo.