Kedrion: Permira con Marcucci, acquisizione e unione con Bpl

I Fondi Permira e la famiglia Marcucci hanno completato l'acquisizione congiunta e l'unificazione di Kedrion e Bpl

I Fondi Permira e la famiglia Marcucci, supportati dai loro co-investitori (una societa’ controllata dall’Abu Dhabi Investment Authority e Ampersand Capital Partners), hanno completato l’acquisizione congiunta e l’unificazione di Kedrion e Bpl (Bio Products Laboratory), insieme agli attuali azionisti di Kedrion, tra cui Fsi, Cdp Equity e altri investitori di minoranza.

Nasce un player globale nel campo dei prodotti medicinali derivati dal plasma umano

Dall’unione di Bpl e Kedrion nasce un player globale nel campo dei prodotti medicinali derivati dal plasma umano per il trattamento di pazienti con condizioni rare che ne mettono a rischio la vita.

Ugo di Francesco, attualmente Ceo del gruppo Chiesi, è stato nominato nuovo amministratore delegato dell’azienda unificata ed entrera’ in carica da gennaio 2023. Paolo Marcucci, co-fondatore di Kedrion, continuerà a ricoprire il ruolo di presidente e di cep dell’azienda unificata sino all’ingresso di Ugo Di Francesco, per poi mantenere l’incarico di Presidente non esecutivo.

“L’azienda opererà secondo un modello unificato di raccolta plasm”

L’azienda – si legge in una nota – opererà secondo un modello unificato di raccolta plasma che comprende quasi 75 centri negli Stati Uniti e disporra’ di un portfolio di 37 prodotti salva-vita con cui raggiungere oltre 100 Paesi.

Si stima che il 60% circa del fatturato si concentrera’ nel mercato statunitense con 10 prodotti autorizzati; al contempo, l’azienda manterra’ una solida posizione di leadership in Italia e nel Regno Unito, oltre a stabilire la propria presenza sul mercato cinese grazie al recente accordo di distribuzione di Albuminex.