Pharma DL Imprese e DL Riaperture: le misure per la sanità. Scarica documento...

DL Imprese e DL Riaperture: le misure per la sanità. Scarica documento del Centro Studi Inrete

Quarantasei milioni di euro nel 2021 per incentivi a favore delle strutture pubbliche e di quelle private, accreditate e convenzionate, che erogano prestazioni specialistiche e di diagnostica di laboratorio, e altri 23 milioni per il 2022. Un credito di imposta per le imprese che effettuano attività di ricerca e sviluppo per farmaci innovativi, inclusi vaccini, pari al 20% dei costi sostenuti dal 1°giugno 2021 al 31 dicembre 2030. Prorogato fino al 31 luglio 2021 la possibilità per le farmacie convenzionate con il Servizio sanitario nazionale di dispensare i farmaci già erogati in regime di distribuzione diretta da parte delle strutture sanitarie pubbliche.

Ecco alcune delle principali misure contenute nei DL Imprese e DL Riaperture varati dal Governo e oral al vaglio del Parlamento. Il Centro Studi Inrete ha prodotto un documento di sintesi destinato alle imprese del settore sanità e pharma e i professionisti della salute che riassume le principali iniziative legislative e di sostegno al settore. (Scarica il documento del Centro Studi Inrete).

L’iter parlamentare in corso prevede per il DL Imprese l’esame degli emendamenti dovrebbe partire da lunedì 21 giugno alla Camera dei Deputati. Dopo la prima lettura il Decreto Legge passerà al Senato. Il DL Riaperture è stato invece approvato da Montecitorio con 466 voti favorevoli e 47 voti contrari con la questione di fiducia posta dal Governo sull’approvazione dell’articolo unico del disegno di legge di conversione.

Oltre alle misure già citate, i decreti in fase di conversione si interessano della proroga per ulteriori 90 giorni dei piani terapeutici andati in scadenza durante il periodo dell’emergenza COVID-19, dell’estensione alle farmacie convenzionate con il Servizio sanitario nazionale della possibilità di dispensare agli assistiti i farmaci distribuiti dalle strutture sanitarie attraverso specifici accordi territoriali e infine e della rideterminazione per il 2021 di alcuni criteri per la stima dei fabbisogni standard regionali nel settore sanitario e per il riparto delle risorse disponibili fra territori. (Scarica i documento del Centro Studi Inrete)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Terrorismo islamico, che fine ha fatto? “Tagli alla Difesa per investimenti in Sanità, è a rischio la sicurezza”

Terrorismo in Italia, quanti soldi investe lo Stato per contrastare la minaccia terroristica? Sempre di meno

Cr7 dice no alla Coca Cola, ma si presta alle pubblicità per il poker online e il pollo fritto

Cristiano Ronaldo, detto cr7, vuole riciclarsi salutista. Alla Coca Cola dice no, ma il pollo fritto e il poker online?

Green pass: come ottenerlo e quando, in quali occasioni è obbligatorio – LA GUIDA

I vacanzieri italiani stanno scaldando i motori. C’è chi è già in villeggiatura, ma molti si stanno preparando per godersi quest’estate, dopo...

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Rete Cure Palliative? “Fondamentale in pandemia. Ora costruiamo una nuova terapia del dolore partendo dalla formazione”

Terapia del dolore, in Lombardia ci sono 73 Hospice e oltre 130 Enti accreditati per l'erogazione delle cure palliative domiciliari. Venti anni fa? Erano cinque in tutta Italia. Ne parla il dottor Furio Zucco

Alzheimer. Alessandro Padovani: “FDA ha mandato un messaggio, in Italia la ricerca è vittima del pregiudizio”

Ricerca sull'Alzheimer? “Il dispositivo della Food and Drugs Administration americana indica una direzione”. Non usa mezze parole il professor Alessandro Padovani, ordinario di Neurologia all'Università degli Studi di Brescia

Salute mentale, dipendenze e adolescenti. Tiziana Mele: “Sarà la prossima emergenza sanitaria, dobbiamo parlare i linguaggi dei ragazzi”

Curare una dipendenza implica anche curare la mente? O viceversa? Sono domande legittime, specie dopo il Coronavirus

Raccomandazioni per la somministrazione di ferro IV: AIFA chiarisce la sua posizione e semplifica la vita ai pazienti

Il chiarimento dell'AIFA rende possibile l'uso di terapie a base di ferro IV in diversi contesti assistenziali senza la presenza di reparti di rianimazione a favore soprattutto di alcune categorie di pazienti fragili

Letizia Moratti: “In Lombardia un Centro Nazionale Malattie Infettive, il Governo ci segua”

Un Centro Nazionale per Malattie Infettive in Lombardia. Questa la proposta della vicepresidente della Regione Letizia Moratti