Future Il nuovo elettrodomestico in ogni casa: la batteria

Il nuovo elettrodomestico in ogni casa: la batteria

Si parla di un milione di unità in tutta Italia, entro al massimo dieci anni. Queste le previsioni di crescita per un macchinario destinato a diventare un nuovo elettrodomestico di massa: la batteria, un sistema per immagazzinare l’energia elettrica autoprodotta con un impianto solare installato sul tetto. Questo è lo scenario previsto – o auspicato – dal trittico composto da Enel, Eni e Terna, destinato a rivoluzionare il nostro settore energetico.

Nel futuro sempre più consumatori d’energia diventeranno anche produttori, stravolgendo la struttura della grid odierna, nel nome dell’efficienza energetica: produrre energia di giorno, nei momenti con più esposizione solare, non serve del resto a granché se non si è in grado di conservarla per la notte, o condividerla con il resto del sistema di cui si fa parte. È la cosiddetta smart energy di cui Enel, con Enelx, è leader a livello globale, fornendo pannelli, batterie, wall box per le auto, pompe di calore ma anche e soprattutto i sistemi di demande response, con cui aggregare produttori di energia per ottimizzare i loro consumi.

Quella che ad oggi è una rete piccola ma in crescita, è destinata a diventare la norma entro il 2025, anche grazie al bonus al 110% che ha spinto molti italiani a investire nell’efficienza energetica di casa, facendo crescere le richieste per pannelli solari del 70%, e spingendo EnelX ad avviare 220 cantieri. La richiesta d’elettricità è in continuo aumento: la sfida sarà di garantirla in modo continuo e sicuro, da fonti rinnovabili e pulite, cominciando dai tetti delle nostre case.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Future

Ogni mercoledì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Covid e patologie cardiovascolari. Battistina Castiglioni ne parla a The True Show

Come ha reagito la rete cardiologica alla pandemia Covid? La dottoressa Castiglioni, consigliere nazionale GISE, a The True Show

Anemia falciforme, gli esperti a confronto

Tremila casi in Italia ma è la punta dell'iceberg: la dottoressa Erica Daina e la professoressa Maria Domenica Cappellini spiegano cosa serve dal lato terapie e organizzazione contro la malattia rara causata da una mutazione genetica ereditaria

Rsa, il piano Regione-Finlombarda contro la crisi delle strutture

Fino a tre milioni di euro di garanzie da Regione Lombardia. Dentro al piano da 30 milioni di euro gestito da Finlombarda spa – il braccio finanziario della Regione – che in qualità di intermediario finanziario assicurerà il “sostegno del fabbisogno di liquidità” alle Residenza Sanitarie Assistenziali (Rsa) no-profit accreditate con il sistema sanitario regionale

Iscriviti a True Future

Ogni mercoledì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Perché Gucci investe nell’agricoltura rigenerativa?

E non solo: anche Timberland e Patagonia puntano sempre più sul settore

Fatturato in calo 5,4%: il peso economico del cambiamento climatico

Ogni grado in più ci costa una fortuna, secondo il Politecnico

Come Nick Clegg è diventato il Ministro degli Esteri di Facebook

Questa settimana si è parlato tanto di Oversight Board, da qualcuno definita “la Corte Suprema di Facebook”. Le somiglianze tra il gigante...

Piantare alberi è solo l’inizio. Anche se sono 60 milioni

La Fondazione Alberitalia vuole riempire il Paese di verde, e ha un piano

Trump vuole tornare online, i social preferiscono di no

Facebook conferma il bando mentre Trump si fa un Twitter personale