Live

Amazon vuole riempire le nostre case di robot (e microfoni)

Non solo robot e droni: Amazon sta trasformando le nostre case, riempiendole di microfoni e casse con cui parlare con Alexa.

Un cane-robot, un piccolo drone, ma anche tanti schermi con cui comunicare. La casa del futuro secondo Amazon è piena di sensori, casse e microfoni. Tutti prodotti da Amazon stessa, ovviamente, che ha presentato una serie di nuovi dispositivi domestici.

Amazon sorveglia le nostre case

L’idea alla base della strategia è portare Alexa, l’assistente vocale dell’azienda, nella vita di tutti i giorni degli utenti. Per questo si comincia proprio dalle nostre case. In questi giorni si è fatto un gran parlare di Astro, il robottino con le ruote e un grande display fatto per seguirci dovunque andiamo, ad esempio. Ma è solo la punta di questo iceberg, il prodotto più bizzarro e futuristico.

La linea di prodotti prevede anche gadget più semplici e meno impegnativi. Amazon vende da tempo Echo, un cassa cilindrica con cui interagire con l’assistente Alexa, facendole domande o dandole comandi. Ebbene, da oggi Echo è sempre più grande, grazie a Echo Show, un grande schermo da appendere al muro, tutto da guardare e ascoltare.

Ad accompagnarlo c’è anche Echo Glow, un “dispositivo per videoconferenze per bambini”, con cui i più piccoli possono parlare con famigliari e amici. Un’idea un po’ inquietante, visto la polemica sull’uso degli schermi da parte dei più piccoli, che recentemente ha colpito anche Facebook.

Amazon e Ring: la sicurezza innanzitutto?

Se Alexa ci parla, il resto di Amazon sembra molto impegnato a guardarci. I dispositivi del gigante sono ora pieni di fotocamere e sempre più focalizzati sulla sicurezza. L’esempio più alto di questo filone è Ring, la divisione di Amazon sulla sicurezza domestica. Oltre a nuovi apparecchi “intelligenti”, la linea ora si è dotata di un modello chiamato “Always Home Cam”. Di cosa si tratta? Di un piccolo drone che l’utente può comandare a distanza, esplorando la propria casa mentre è altrove.

Ring è l’azienda recentemente acquisita da Amazon che produce dei citofoni molto in voga negli Stati Uniti. Con un dispositivo Ring tradizionale si può tenere d’occhio cosa succede al di fuori della propria porta (e se il corriere Amazon è arrivato). Ma all’azienda non basta più: ora vuole stare dentro casa, riempirla di schermi lucenti e microfoni sempre accesi. Tutte cose che, ovviamente, sono collegate alla cloud di Amazon, che diventa sempre più potente.

Dopo Prime, Amazon punta tutto su Alexa

Per anni il programma Amazon Prime è stato la base della crescita dell’azienda, fidelizzando gli utenti e rivoluzionando l’e-commerce. Negli ultimi anni, però, a questo si è aggiunto un altro servizio. Gratuito e invisibile, ma sempre più presente. Con Alexa, infatti, Amazon ha traslocato il suo assistente vocale dallo smartphone (un po’ sul modello Siri di Apple) alla casa intera.

Così facendo, Alexa è di fatto ovunque, in qualsiasi aggeggio, con qualsiasi forma. Ed è sempre in ascolto, pronta a rendere gli acquisti sul sito così semplici da farli sembrare inevitabili.

È così che Amazon è entrata nelle nostre case: parlandoci. E ora sembra proprio che non abbia più voglia di andarsene. Anzi, ora vuole proteggerle, con telecamere e robot.