Tutto per mio figlio: trama, cast e storia vera del film con Giuseppe Zeno

Tutto per mio figlio è il film targato Rai che porta in prima serata sul piccolo schermo una storia ispirata a fatti realmente accaduti.

Tutto per mio figlio è il nuovo film targato Rai in onda in prima serata lunedì 7 novembre 2022. Al centro una storia di ribalta contro le pressioni della malavita napoletana. Nei panni del protagonista principale c’è Giuseppe Zeno che in passato ha già vestito i panni di personaggi in lotta contro la camorra.

Tutto per mio figlio: trama e cast

Tutto per mio figlio è un nuovo film che va in onda in un’unica serata lunedì 7 novembre su Rai 1 alle 21.30.

Giuseppe Zeno, dopo aver chiuso con la seconda stagione di Mina Settembre, veste i panni del protagonista Raffaele Acampora, un lavoratore umile che decide di ribellarsi a i suoi capi e alla camorra per il bene della propria famiglia. Marito di Anni e padre di 4 figli di cui Peppino, il più grande, cerca di trovare il proprio posto nel mondo in un ambiente difficile. Fonda un sindacato e, con la sua forza d’animo contagiosa, convince i suoi colleghi a iscriversi.

Collabora con la polizia e la magistratura, denuncia, fa nomi. Il film è ambientato in Campania nel 1996.

Il cast oltre al protagonista principale Giuseppe Zeno vede nel pacchetto diversi bravi attori italiani: Antonia Truppo (Anna), Giuseppe Pirozzi (Peppino), Tosca D’Aquino (Carla), Vincenzo Zampa (Sergio), Nello Mascia (Padre Raffaele), Fabio Galli (PM D’Arrigo), Fabio La Fata (Autista Carla), Edoardo Guadagno (Ambulante), Peppe Papa (Vincenzo), Francesco Sinisi (Biagio), Mimmo Mancini (Consigliere Rea), Leonardo De Carmine (Migliaccio) Massimiliano Rossi (Domenico), Roberto De Francesco (Agostino Innaurato), Ernesto Mahieux (Aniello), Bruno Torrisi (Ispettore Basile), Fabio De Caro (Camprista Maturo).

La storia vera del film con Giuseppe Zeno

La trama del film si ispira a fatti realmente accaduti. Umberto Marino è il commediografo e sceneggiatore: «Questo film tv si propone di mostrare il male senza romanticizzarlo e di raccontare come il bene vi si opponga con gesti e comportamenti piccoli, legali, poco eclatanti, ma non per questo meno importanti».

Il protagonista Zeno sul suo personaggio e sulla storia ha raccontato: «È un uomo consapevole della realtà in cui vive e del fenomeno contro il quale si mette, con un’ingenuità quasi da ragazzino, ma con l’ostinazione di riprendersi la dignità negata e ridarla anche agli altri.

E soprattutto con la ferma volontà di regalare ai figli la possibilità di vivere in un mondo migliore».

 

 

LEGGI ANCHE: Mina Settembre 3 si farà: arriva la conferma. Ecco quando andrà in onda la terza stagione