Raoul Bova e la perdita dei genitori: chi erano Rosa e Giuseppe

Raoul Bova e la perdita dei genitori: l'attore aveva un rapporto speciale ma purtroppo ha subito un doppio lutto in poco tempo.

Raoul Bova e la perdita dei genitori: l’attore era molto legato ai suo genitori che purtroppo ha perso nel giro di due anni. Il lutto da affrontare è stato molto duro per l’attore.

Raoul Bova e la perdita dei genitori

Nel 2018 Raoul Bova ha perso suo papà, confessando a Silvia Toffanin che “è stato un ottimo padre, ma “avrebbe voluto conoscerlo meglio”. Non si era ancora ripreso quando, nel 2020 ha perso la mamma ed è caduto in uno stato di angoscia e depressione fortissimo.

“Ho dovuto trovare il coraggio per andare avanti. La debolezza psicologica aveva coinciso con quella fisica: negli stessi giorni in cui moriva mia mamma mi ero fratturato due ossa della gamba. Sentivo sprofondare le mie certezze. Ma la pandemia mi ha fatto capire che non ero solo. Mi ha spinto alla rinascita”.

Chi erano Rosa e Giuseppe

L’attore era molto legato ai genitori Rosa e Giuseppe Bova. Il padre era un ex dipendente Alitalia originario di Roccella Jonica (Calabria). La madre era originaria di Acerra (in Campania).

In un post su Instagram pubblicato da Bova si legge:  “Che bello vedervi così, papà e mamma! Spero che possiate accogliere tutte le persone che vi stanno raggiungendo in questo periodo lassù, nel cielo, con lo stesso abbraccio e lo stesso sorriso che avete in questa foto. Mi mancate! Vvb!.

Inoltre, ha raccontato l’attore ospite del Maurizio Costanzo Show del rapporto con il padre. “Mio padre è stato un grande uomo. Forse ha fatto lo sbaglio di spingermi, incentivarmi, portarmi tutti i giorni a nuotare, mi seguiva tutti i giorni negli allenamenti e quindi mi dava un po’ di ansia – ha raccontato l’attore ricordando la sua adolescenza – “però, quando gli ho detto che volevo smettere, che non ce la facevo più lui mi ha detto: ‘Non è importante il nuoto, è importante che tu faccia qualcosa con tutta la passione che hai’, a lui andava bene qualunque cosa, anche che facessi il netturbino ma sarei dovuto essere il netturbino migliore della città”. Sul finale parlando del padre Giuseppe ha aggiunto: “mio padre è stato un grande uomo, è sempre stato una roccia per tutti noi, ma avrei voluto condividere molto di più con lui. È stato un padre perfetto, ma avrei voluto conoscerlo meglio”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Raoul Bova (@raoulbovagram)

LEGGI ANCHE: Raoul Bova, chi è: moglie, figli, vita privata, Don Matteo, film