Panico a Novara, cede il cavalcavia: “Vettura inghiottita da una voragine”

Novara, cede parte del cavalcavia XXV Aprile: un'auto viene inghiottita dalla crepa e si incastra sotto il guardrail.

Novara, crolla parte del cavalcavia XXV Aprile: una vettura si incastra nella voragine. Ancora in accertamento le cause del cedimento, salvata la donna alla guida dell’auto: è in ospedale in stato di shock.

Novara, crolla parte del cavalcavia XXV Aprile: “Auto nella voragine, non ha avuto il tempo di reagire”

Momenti di terrore a Novara questa mattina. Una parte del cavalcavia XXV Aprile, che connette il centro della città piemontese con la statale per Milano, è crollata attorno alle 7.30.

Un auto, una Dacia Duster che viaggiava verso Trecate è stata coinvolta nel cedimento, finendo incastrata tra la crepa e il guardrail. Alla guida c’era una donna che, fortunatamente, non ha riportato ferite gravi. “Poteva andare peggio e non saremmo qui a parlarne.” -spiega il cognato della conducente, intervistato da Repubblica– “Erano le 6,30, mia cognata stava rientrando dopo aver accompagnato mio nipote alla navetta per Amazon e mentre percorreva il cavalcavia si è aperta la voragine ed è caduta dentro con l’auto senza avere tempo di reazione“.

Al momento la donna si trova in ospedale per accertamenti, in stato di shock: “Inutile dire che l’auto è andata distrutta”.

Si indaga sulle cause del cedimento, la struttura non era considerata a rischio

Sul posto sono intervenuti carabinieri e vigili del fuoco. Le forze dell’ordine hanno rassicurato la stampa, chiarendo che il ponte non è caduto. Per il momento il cavalcavia è chiuso per accertamenti: non sono ancora chiare le cause del crollo.

Il ponte in questione risale agli anni Settanta, e non era considerato tra le strutture a rischio in base alle ultime attività di monitoraggio di viadotti e cavalcavia del Comune. Tra il 2015 e il 2016 era rimasto chiuso per una serie di interventi di consolidamento.