New York, spari nella metropolitana: almeno 13 feriti. Si cerca l’aggressore

A New York spari nella metro: torna la paura e si riaffaccia l'incubo attentati. Almeno tredici feriti dopo una sparatoria

A New York torna la paura nella metropolitana e si riaffaccia l’incubo attentati.

Almeno tredici persone a New York, nella stazione Sunset Park a Brooklyn, sono rimaste ferite ma il numero potrebbe crescere.

New York, spari nella metropolitana: almeno 13 feriti

In metropolitana a New York almeno 13 persone sono rimaste ferite a causa di spari nella metropolitana, ma i Vigili del Fuoco avrebbero rinvenuto anche dispositivi non esplosi.

Ad ora, a quando risulta, non ci sarebbero “ordigni attivi” e la polizia è alla ricerca  dell’aggressore e fautore del gesto.

Spari nella metro a New York: è caccia all’aggressore

Le forze dell’ordine e i vigili del fuoco di New York sono quindi alla ricerca dell’uomo che avrebbe sparato nella metro. A quanto sembrerebbe dovrebbe trattarsi di un uomo, alto 1.65, vestito con un giubbino arancione da dipendente della metro e con indosso una maschera antigas.

Sono stati anche mobilitati, precauzionalmente, anche gli agenti antiterrorismo. Secondo Abc News è probabile che il conflitto a fuoco sia stato più di uno, tanto che non è chiaro se le sparatorie siano avvenute sul treno o nella stazione della metropolitana della 36esima Strada a Sunset Park o nella stazione della 25esima Strada a Greenwood Heights.

Le prime immagini del caos

Le prime immagini che arrivano dai media locali ritraggono il panico nella stazione, con persone insanguinate sulla banchina e i soccorsi in arrivo.

Si vedono persone ferite e colpite a terra dagli spari e lunghe scie di sangue sul pavimento. Secondo Cnbc, nel momento in cui la sparatoria è iniziata alcuni feriti si sono lanciati in un treno che stava passando per scappare.