Facts Moderna, vaccino contro cancro e HIV: l'annuncio della casa farmaceutica

Moderna, vaccino contro cancro e HIV: l’annuncio della casa farmaceutica

Moderna, l’azienda farmaceutica nota per aver prodotto uno dei vaccini contro il Covid, ha annunciato di stare lavorando a un nuovo vaccino mRNA contro il cancro, l’HIV e altri virus e malattie respiratorie.
Il vaccino contro il Sars-CoV-2 sembrerebbe quindi essere solo un punto di partenza, come ha confermato Stéphane Bancel, amministratore delegato dell’azienda.

Moderna annuncia vaccino contro il cancro e l’HIV

Moderna, una delle principali aziende ad avere prodotto un vaccino per il Coronavirus, ha annunciato di starsi impegnando per la produzione di un nuovo vaccino contro il cancro e l’HIV. L’iniziativa è stata incoraggiata anche dagli introiti generati dalla distribuzione dei vaccini in tutto il mondo: oggi l’azienda dispone di un reddito di circa 8 miliardi di dollari (quasi 7 miliardi di euro) e grazie a questa forza finanziaria può pensare a nuovi investimenti.

Così è nata l’idea di sviluppare nuove applicazioni del vaccino mRNA, a partire dalla modifica del suo codice genetico. Se questa nuova tecnologia si rivelasse un successo, si potrebbe dare vita a una gigantesca industria in grado di curare, di fatto, quasi tutto: dalle malattie cardiache e respiratorie al cancro, ma anche le malattie genetiche rare e gli agenti patogeni più difficili da contrastare, come l’HIV.

Come funziona la tecnologia mRNA di Moderna

La tecnologia su cui si basano i vaccini mRNA, tra cui Moderna, fornisce un codice genetico all’organismo che gli permette di produrre le proteine virali. Queste, a loro volta, generano una risposta immunitaria.

A partire da questo meccanismo, Moderna ha riconosciuto la possibilità di sviluppare nuovi vaccini, non solo contro il Coronavirus ma anche contro quelle altre malattie, come il cancro e l’HIV, che causano ancora oggi milioni di morti in tutto il mondo.

Più articoli dello stesso autore

Chi è Filippo Ganna, il ciclone azzurro del ciclismo su pista

Filippo Ganna è stato il trascinatore dell’Italia nella finale per l’oro nella prova di inseguimento a squadre per il ciclismo su pista alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Marcell Jacobs, quanto guadagna e quanto guadagnerà (e che c’entra Fedez)

Marcell Jacobs guadagnerà tanto dopo la medaglia d'oro conquistata alle Olimpiadi di Tokyo 2021. Solo la medaglia potrebbe valere fino a 5 milioni di euro.

Olimpiadi Tokyo, Alex Schwazer difende Jacobs dalle insinuazioni di doping: “Storie messe in giro da invidiosi”

Alex Schwazer difende il campione olimpico Marcell Jacobs dalle insinuazioni di doping arrivate dalla stampa estera

Notizie Correlate

Olimpiadi Tokyo, Alex Schwazer difende Jacobs dalle insinuazioni di doping: “Storie messe in giro da invidiosi”

Alex Schwazer difende il campione olimpico Marcell Jacobs dalle insinuazioni di doping arrivate dalla stampa estera

Federica Pellegrini eletta nella commissione atleti del CIO: resterà in carica fino al 2028

Federica Pellegrini è stata eletta nella Commissione Atleti del CIO, insieme a Pau Gasol(cestista), Maja Wloszczowska (ciclismo), Yuki Ota (scherma). Un risultato di enorme prestigio per la Divina del nuoto. Sarà una delle voci degli Atleti, resterà in carica fino a Los Angeles 2028.