Live

Il gesto commovente tra le gemelline siamesi unite alla testa e poi separate – FOTO

Due gemelline siamesi sono state separate con un delicato intervento a Israele. Dopo l'operazione, per la prima volta si sono guardate in viso

Sono state separate le gemelline siamesi che avevano finora vissuto senza mai potersi guardare in viso. Erano infatti unite dalla parte posteriore della testa, e solo dopo un delicato intervento chirurgico si sono per la prima volta osservate negli occhi. Le gemelline siamesi hanno trascorso degli attimi a guardarsi, muovendo la commozione degli utenti. Una delle due sembra voler dolcemente accarezzare l’altra sul viso. È la prima volta che si svolge un’operazione del genere in un ospedale israeliano.

Le gemelline siamesi separate si guardano per la prima volta

Due gemelline siamesi sono state separate, a circa un anno di vita, dopo un delicato intervento chirurgico a Israele. Le piccole sono nate ad agosto 2020 ugualmente sviluppate e parzialmente congiunte, ma non si erano mai potute guardare in faccia, perché unite per la parte posteriore della testa. Dopo l’operazione, che è durata circa 12 ore, si sono così osservate per la prima volta.

gemelline siamesi unite testa
Gemelline siamesi unite alla testa e poi separate – Foto Facebook American Friends of Soroka Medical Center

Il delicato intervento a Israele

La delicata operazione che è durata 12 ore si è svolta presso l’ospedale Soroka Medical Center a Beersheba, nel Sud di Israele. Si tratta di un intervento che i medici hanno condotto solo 20 volte nel mondo, adesso per la prima volta a Israele, e che ha richiesto la partecipazione di numerosi specialisti, provenienti anche dall’estero. In più, le due gemelline hanno dovuto sottoporsi nei mesi precedenti all’operazione a diversi trattamenti.

Nella testa delle due piccoline i medici hanno inserito dei sacchetti gonfiabili in silicone che hanno consentito di allungare periodicamente la pelle sul cranio. Ciò ha permesso ai chirurghi di usufruire della nuova pelle per sigillare le due teste, una volta che i crani erano stati separati e ricostruiti.

L’operazione dunque è perfettamente riuscita: i corpi delle bimbe sono adesso separati, senza alcun danno per entrambe. “Con nostra grande gioia, tutto è andato come speravamo“, ha comunicato infatti Mickey Gideon, il capo neurochirurgo del Soroka. Ed Eldad Silberstein, capo del dipartimento di chirurgia plastica dell’ospedale, ha riferito che le gemelline godono di buona salute: respirano da sole e mangiano regolarmente.