Giornata mondiale del sonno: come dormire bene? Consigli

Giornata mondiale del sonno: dai prodotti alle abitudini degli italiani per dormire bene. Ecco cosa emerge dalle ricerche statistiche.

Giornata mondiale del sonno: molto importante la sua sensibilizzazione per poter capire come dormire bene e meglio. Diverse sono le ricerche statistiche per capire gli usi e i prodotti utilizzati per conciliare al meglio il sonno.

Giornata mondiale del sonno: come dormire bene?

Il 18 marzo in tutto il mondo arriva la Giornata mondiale del sonno. Sarà un modo per promuovere la cultura e la consapevolezza sull’importanza del sonno.

Secondo quanto riportato da Bva Doxa, quasi un italiano su tre dorme un numero insufficiente di ore ed uno su sette riporta una qualità insoddisfacente del proprio sonno.

Dunque, diventa fondamentale sensibilizzare questa giornata per capire come poter dormire bene e meglio. Secondo la ricerca di Dorelan Research, il 30% delle persone intervistate ritiene di avere peggiorato il sonno nell’ultimo biennio e il 36% ha ridotto il volume di attività fisica settimanale.

Ecco alcuni consigli

Ecco alcuni consigli di prodotti per poter dormire bene. Il portale internazionale di comparazione prezzi idealo ha registrato sull’importanza del sonno degli italian nel corso dell’ultimo anno un balzo del +26% rispetto all’anno precedente.

Secondo gli analisti di idealo, “è sintomo che si coglie sempre di più l’importanza di un sonno ristoratore, anche per godere di una migliore salute”. Ecco quali sono poi i prodotti che vengono scelti ed usati per cercare sollievo durante il sonno: sono stati i cuscini, i piumini ed i farmaci per insonnia e stress che hanno interessato oltre il +200% dell’utenza rispetto ai 12 mesi precedenti.

Ma anche per gli scaldasonno (+90%), ma soprattutto per i materassi (+164%).

In calo invece sono i materassi a molle (solo all’ottavo posto), superati anche dai materassi ad acqua (sesto posto). Interesse in crescita anche per i divani letto (oltre +200%), per offrire comfort notturno anche ai propri ospiti, le poltrone relax (+18%), ideali per i pomeriggi più sonnolenti, ed i tappi di protezione dell’udito (+5%)4, perché un sonno rigenerante dipende anche dal non sentire russare la propria dolce metà o da eventuali rumori esterni.

Per gli analisti di idealo, infine, è interessante notare come nel corso dell’ultimo anno i prezzi dei prodotti legati al sonno siano nettamente diminuiti online per molte categorie: in media le reti a doghe hanno registrato decrementi di costi del -42%, i letti del -35% ed i farmaci per insonnia e stress del -13%. Per chi vive alle giuste latitudini, da segnalare anche un decremento dei costi del -8% per i letti da giardino.

“L’e-commerce si rivela, dunque, degno alleato di chi vuole dormire bene” osservano gli esperti del portale.