Giorgia Meloni, elezioni subito: “Basta giochi di palazzo, tutti a casa”

Giorgia Meloni, elezioni chieste immediatamente: così la leader dei Fratelli d'Italia si è espressa sui suoi profili social.

Giorgia Meloni, elezioni: la leader di Fratelli d’Italia dopo le parole di Conte sulla mancata fiducia al Governo, nella serata di mercoledì 13 luglio ha utilizzato i suoi profili social per mandare un messaggio forte e chiaro agli italiani e ai suoi sostenitori.

Giorgia Meloni, elezioni subito

Dopo le parole di Giuseppe Conte sulla mancata fiducia al Decreto Aiuti del Governo, la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni non ha perso tempo e sui social ha chiesto a gran voce elezioni subito: “Guerra, pandemia, inflazione, povertà crescente, caro bollette, aumento del costo delle materie prime, rischi sull’approvvigionamento energetico, crisi alimentare.

E il governo “dei migliori” è immobile, alle prese con i giochi di palazzo di questo o quel partito. Basta, pietà. Tutti a casa: elezioni subito!”.

In base agli ultimi sondaggi pubblicati da Swg per La 7 al momento Fratelli di Italia si attesta intorno al 23,5 per cento dei voti. Intanto con una nota la Lega ha riferito che Matteo Salvini e Silvio Berlusconi si sono sentiti al telefono per commentare la decisione di Conte: «A maggior ragione in questa fase delicata, il centrodestra di governo prenderà decisioni comuni».

Governo, 5Stelle non voteranno la fiducia

La mancata fiducia al Senato non significa per uscire dalla maggioranza per il Movimento 5Stelle. Tuttavia, la crisi di Governo è molto probabile così come hanno sottolineato gli altri leader politici. Ieri – ha detto il segretario del Pd all’assemblea dei gruppi parlamentari dem – ho visto Salvini e Berlusconi: lo diciamo sommessamente, non è che se per ripicca M5s fa cadere il governo non si va al voto.

È nelle cose”.

Ancora più chiaro il leader della Lega. “L’ho detto chiaramente – ha spiegato di fronte ai giornalisti – non siamo disposti a rimanere in una maggioranza di governo senza il Movimento 5 Stelle. Meglio far parlare gli italiani che andare avanti nove mesi sulle montagne russe”.