Festa di Halloween: origini, significato, data, curiosità

Festa di Halloween: significato, origini, data e collegamento della festa con il capodanno celtico. Ecco cosa c'è da sapere

La festa di Halloween sta per tornare a scaldare gli appassionati di quella è che vista nell’immaginario come “la festa delle zucche”. Ecco alcune curiosità da sapere.

Festa di Halloween: origini, significato, data

Com’è da tradizione, le origini di alcune feste che oggi sono entrate a far parte del nostro calendario non sono sempre chiarissime, ma la maggior parte degli studiosi collega la nascita dell’attuale festa di Halloween alla festa celtica di Semhain, che coincide col il capodanno celtico.

I celti d’irlanda, infatti, misuravano il tempo in base alle stagioni e ai cicli del raccolto, così che Semhain era una festa molto sentita dalla popolazione che segnava la fine dell’estate e l’inizio dell’inverno. Era, insomma, l’occasione in cui si mettevano da parte le cibarie per superare il freddo inverno nordico ed era quindi un momento di passaggio. Un periodo, quindi, che secondo i Celti divideva il regno dei morti da quello dei vivi ma era in questa festa che si pensava che i mondi, quello dei morti e quello dei vivi, potessero entrare in contatto.

Nell’antichità, quindi, in questa occasione venivano onorati e ricordati i morti. Oggi la festa viene festeggiata il 31 ottobre di ogni anno.

I Romani, più tardi, fecero coincidere la festa di Semhain con la loro festa dei morti mentre più avanti i cristiani istituiranno la festa dei morti il 2 novembre.

Halloween dagli Stati Uniti all’Europa

Nel corso dell’800 molti irlandesi, spinti dalla povertà, decisero di emigrare verso gli Usa e, in questa occasione, portarono con sé molte tradizioni come anche il festeggiamento della festa di Halloween.

Dagli Stati Uniti, poi, la festa si è diffusa anche in tutta Europa.

Leggi anche: Decorare la casa per Halloween: come arredare la casa per la festa?